25 aprile, a distanza, ma non in silenzio

Queste le dichiarazioni di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“A distanza, senza il pranzo in piazza Poggi e il pomeriggio in Santo Spirito. Sarà un 25 aprile difficile, ma non per questo silenzioso o rassegnato. La Resistenza è nata in periodi ancora più complessi di quelli comunque difficili che stiamo vivendo.

Ci sono tante iniziative telematiche organizzate per domani, tra cui quelle locali dall’ANPI e di Firenze Antifascista. Come Sinistra Progetto Comune limiteremo chiaramente anche i nostri spostamenti, recandoci comunque in alcuni dei luoghi della Resistenza, per rendere il dovuto omaggio alla storia che ha reso libera la nostra Repubblica e la nostra Città.

Quando parliamo di un auspicato ritorno al Consiglio e alle Commissioni pensiamo anche alla politica che vive e deve vivere fuori dalle istituzioni, fatta di incontri, discussioni e confronti, che solo in parte possono essere realizzati in modo virtuale.

Torneremo nelle piazze e nelle strade, a cantare e manifestare, di questo siamo certi. Se in un mondo migliore o peggiore, rispetto a quello di qualche mese fa, dipenderà anche da noi. Dalla capacità di non smettere di guardare al futuro con speranza e determinazione, grati di chi nel passato ha saputo trovare il coraggio di resistere”.