Aeroporto: quello scontro PD-Italia Viva che oscura i lanci nello spazio

Questo l’intervento di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Abbiamo presentato un ordine del giorno, bocciato dalla presidenza perché mancherebbe di rispetto alle istituzioni. Come se un Consiglio comunale che non affronta il tema del Maggio Musicale per poter “rassicurare” gli attori economici del territorio su chi più vuole il “nuovo aeroporto di Firenze” fosse rispettoso. In secondo piano arrivano gli abitanti di Peretola, Brozzi, Quaracchi e Le Piagge, aggiunti a penna nell’ordine del giorno del Partito Democratico (oh, non ci sono solo le aziende private, ma anche le persone).

Nessuna parola oggi abbiamo ascoltato sugli errori di chi è stato bloccato da chi difende la salute e l’ambiente, nel rispetto di leggi che le maggioranze hanno scritto ma non hanno saputo rispettare. Ci sembra che la mancanza di rispetto alla città la esercitino quelle forze politiche capaci di rimuovere i temi del quotidiano di chi vive la città, concentrandosi solo su presunti sviluppi economici (come se l’attuale sistema di sviluppo fosse equo e sostenibile). Inutile dichiarare l’emergenza climatica se poi si tifa per andare avanti con maggiore inquinamento e sviluppo del territorio. Quindi contestiamo fermamente con la scelta di non accettare il nostro quinto ordine del giorno (attendiamo la discussione degli altri quattro)”.


Oggetto: Il Pianeta che Firenze si merita

IL CONSIGLIO COMUNALE

Ricordate le dichiarazioni del 5 febbraio 2019 dell’allora Ministro dell’Interno in merito a un aeroporto migliore che la nostra Città si meriterebbe;

Richiamato il programma di mandato 2019-2024 del Sindaco di Firenze, in cui si afferma: «Firenze merita un aeroporto», in riferimento al progetto oggetto di sentenza del Consiglio di Stato (Sezione Quarta) il 13 febbraio 2020;

Considerata la mozione 2019/00715, avente per oggetto Dichiarazione di emergenza climatica e ambientale, approvata all’unanimità dal Consiglio comunale del 23 settembre 2019;

Appreso di come l’impatto ambientale del traffico aereo contribuisca ai livelli di inquinamento tanto da aver creato nella popolazione un sentimento cosiddetto di flygskam (“vergogna di volare”);

Evocata la vasta letteratura fantascientifica e distopica, relativa a un futuro imminente dove i livelli di inquinamento della terra rendono necessario cercare altri pianeti i cui poter veder sopravvivere la specie umana;

Ritenuta Firenze una città importante anche per il ruolo simbolico e storico, che potrà avere anche nei secoli futuri;

AUSPICA E INVITA L’AMMINISTRAZIONE

Affinché si possa verificare la possibilità di avviare la fase di progettazione per un adeguato cosmodromo per conquistare il pianeta che Firenze si merita, vincolando l’avvio dei lavori a un momento successivo rispetto alle Olimpiadi del 2032.

La Consigliera, Antonella Bundu

Il Consigliere, Dmitrij Palagi