Appalti servizi bibliotecari e archivistici: una proroga non è per sempre

“Question time il prossimo lunedì per avere aggiornamenti su quali siano le intenzioni dell’Amministrazione per un servizio considerato essenziale, ma il cui futuro continua a essere incerto”


“La Città di Firenze è attenta alla cultura e a chi con il suo lavoro garantisce servizi essenziali?

Sicuramente lo è la cittadinanza, che ha sostenuto, anche in piena crisi sanitaria, la battaglia delle precarie e dei precari di biblioteche e archivi.

Un sistema ingiusto, quello degli appalti, che ha evidenziato – sottolineano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – tutti i suoi limiti alla luce della pandemia Covid-19.

Ancora prima del contesto specifico di emergenza in cui siamo, ci eravamo interessati alla vicenda di un appalto che sarebbe dovuto scadere a metà 2020, prorogato fino a fine gennaio del prossimo anno.

Non abbiamo però capito quali siano le intenzioni di chi ci governa. Un’altra gara? Con le stesse condizioni? Altre strade?

Inoltre è ancora in sospeso l’incontro, richiesto dalle classi lavoratrici, tra Giunta, commissioni consiliari competenti e rappresentanze del personale impiegato. L’Assessore è ancora disponibile? Evitiamo di arrivare a ridosso della scadenza della proroga?

Sono le domande che porremo lunedì, con un question time – annunciano i consiglieri di Sinistra Progetto comune Palagi e Bundu – depositato e iscritto all’ordine del giorno quest’oggi”.