Appello Filcams: che corrisponda all’azione del Comune

“Anche se come gruppo di opposizione, garantiamo un dialogo costruttivo con la Giunta, affinché ci siano scelte capaci di dare concretezza al sostegno dato all’appello delle classi lavoratrici”
Foto da pixabay.com

Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“L’unità dei diritti e dei bisogni è la chiave per una società più giusta e migliore, per uscire da questo contesto pandemico con la consapevolezza di quali siano le cause della fragilità delle nostre società.

Per questo salutiamo con favore l’appello lanciato da Filcams Cgil Firenze, sostenuto da lavoratori e lavoratrici dei beni museali e culturali di Firenze, che apprendiamo essere stato fatto proprio anche dall’Assessore alla Cultura del Comune di Firenze, che ringraziamo, come forza di sinistra costantemente schierata dalla parte del lavoro e di chi vive del proprio salario.

Non siamo ancora a metà consiliatura, quindi i prossimi anni ci permetteranno di vedere un sostanziale miglioramento delle condizioni di lavoro di chi opera nei nostri luoghi di cultura, dove spesso il personale si trova con condizioni assolutamente lesive del suo valore.

Occorre evitare in ogni modo la politica degli interventi occasionali. Il rispetto delle norme sanitarie per arginare la diffusione di SARS-CoV-2 impone una gradualità di percorsi e soluzioni che siano in grado di garantire un sistema che ridia stabilità e diritti a chi lavora, riportando la cultura e i servizi culturali fuori dalle logiche del mercato e del profitto, come prevede anche il nostro quadro costituzionale.

Sinistra Progetto Comune risponde quindi all’appello della Filcams Cgil Firenze e garantisce alla giunta che sarà disponibile, pur nel ruolo di opposizione, perché tutto il Comune di Firenze possa essere concretamente al fianco di queste classi lavoratrici”.