Carcere: Giunta disposta a un coinvolgere di più il Consiglio

“Positiva la risposta ricevuta oggi, purché ci sia una corrispondenza effettiva in termini di disponibilità della maggioranza, del garante e dell’Assessora”
Immagine da pixabay.com

Antonella Bundu, Dmitrij Palagi – Sinistra Progetto Comune

“Il Garante dei detenuti del Comune di Firenze deve relazionare almeno una volta l’anno al Consiglio comunale. Si tratta di un obbligo ricordato dal Presidente oggi, nell’ambito di un question time presentato per sapere se la Giunta fosse disponibile a un coinvolgimento concreto di tutti i gruppi di Palazzo Vecchio.

Dopo aver visto approvata all’unanimità la nostra proposta di tornare a esprimere un parere favorevole alla realizzazione dell’ICAM, oggi registriamo un ulteriore passo in avanti in merito alla volontà di riportare gli istituti penitenziari presenti sul nostro tessuto urbano al centro dell’attenzione pubblica, fuori dal clamore degli scandali e provando a evidenziare tutto quello che strutturalmente non funziona.

Occorre costanza e cura, rispetto a un ambito in cui oggi si seguono solo logiche di repressione e rimozione di quello che si considera ai margini della società.

Chiaramente non ci accontentiamo degli impegni per il futuro. Già nel 2019 avevamo ottenuto la richiesta di una seduta consiliare, alla presenza del Sindaco, che discutesse di queste tematiche.
Sarà quindi nostra cura sollecitare la prossima conferenza dei capigruppo per tradurre concretamente la disponibilità ricevuta oggi”.