AVR chiede la rettifica, ma scambia un consigliere comunale per un blogger

Questa la lettera del Consigliere Dmitrij Palagi, in risposta a una richiesta di rettifica ricevuta da AVR S.p.A., del 30 luglio 2020 (disponibile cliccando qui).


Spettabile Responsabile Ufficio Gestione Legale e Procuratore Speciale di AVR S.p.A. e Autostrade Service – Servizi al Territorio S.p.A.,

la ringrazio per l’attenzione che avete voluto attestare nei confronto del sito internet www.palagixfirenze.it.

Nella vostra inattesa e gradita lettera del 30 luglio 2020 ci sono una serie di imprecisioni. Per risparmiare il vostro tempo lavorativo, che pure confido sia adeguatamente retribuito, essendo dalla parte dei diritti delle classi lavoratrici, provo a riassumere la natura dello spazio digitale che ha attirato tanta della vostra interessante attenzione.

Non sono un blogger, non sono un influencer, non sono un giornalista. Svolgo l’incarico di Consigliere comunale della Città di Firenze, dalle elezioni amministrative di maggio 2019. Nelle funzioni previste dall’ordinamento della Repubblica Italiana, con il gruppo consiliare di cui faccio parte, ho potuto dedicare parte della mia attenzione alla AVR S.p.A., che ha contratti in essere con il Comune di Firenze, secondo gli strumenti disponibili (interrogazioni e accesso agli atti).

Il comunicato stampa che ha suscitato la vostra missiva è stato ripreso dalla Rete Civica dell’istituzione di cui faccio parte, quale consigliere comunale: https://www.comune.fi.it/comunicati-stampa/avr-sotto-indagine-dmitrij-palagi-e-antonella-bundu-sinistra-progetto-comune.

Nei criteri relativi al tempo da farvi risparmiare, di cui sopra, provvederemo, con l’altra firmataria della nota, la capogruppo Antonella Bundu, a dare conto della vostra richiesta.

Gli erronei riferimenti, da voi definiti grossolani e offensivi, con espressioni di giudizio che acquistano una valenza di merito che travalicano il merito della richiesta, sminuendo una funzione pubblica elettiva, sono stati ripresi dalla rassegna stampa locale e nazionale, i cui titoli hanno riassunto la notizia che abbiamo commentato in questo termini: “AVR sequestrata per criminalità organizzata”. Provvedo a dare un riferimento:

https://www.repubblica.it/cronaca/2020/06/09/news/sequestrata_per_mafia_l_avr_holding_dei_rifiuti_e_controllata_di_autostrade_italiane_indagata_il_neo_assessore_regionale_d-258778189/?refresh_ce

Il senso della nota stampa rilasciata dal gruppo consiliare Sinistra Progetto Comune, in merito alla vicenda AVR, riprendeva delle notizie pubbliche e da quelle ribadiva alcune posizioni sul sistema degli appalti e sul sistema economico presente. Che l’Italia sia un Paese in cui la criminalità organizzata svolge un ruolo peculiare anche all’interno della cosiddetta economia legale è verità attestata, così come è documentato ampiamente il pericolo che accompagna il sistema degli appalti, come spesso ricorda anche l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC).

La nota da voi citata, presente sul sito www.avrgroup.it è stata pubblicata un giorno dopo, rispetto al comunicato di Sinistra Progetto Comune, che non aveva alcun modo di poter prevedere le vostre parole. Lo scrivente consigliere è infatti comunista, ma privo di prescienza.

Nella giornata odierna provvederemo a rettificare il testo da voi contestato e allegare allo stesso la vostra inattesa e gradita lettera, assieme a questa risposta.

Restando a disposizione, vi informo anche che sullo stesso sito www.palagixfirenze.it potrete trovare contatto PEC e numero di telefono. Mentre sul sito del Comune di Firenze sono disponibili i contatti istituzionali delle Consigliere e dei Consiglieri comunali, oltre che dei gruppi di appartenenza.

Augurando un felice mese di agosto,

con cordialità,

Dmitrij Palagi

Consigliere comunale di Firenze, Sinistra Progetto Comune

Un commento su “AVR chiede la rettifica, ma scambia un consigliere comunale per un blogger”

I commenti sono chiusi