Gavinuppia: il pubblico che si ritira è sempre una decisione sbagliata

Questo l’intervento di Dmitrij Palagi, consigliere comunale Sinistra Progetto Comune e di Luigi Casamento, Consigliere del Quartiere 3 Sinistra Progetto Comune

“Avevamo ricevuto alcune richieste da parte della cittadinanza rispetto al Centro giovani Gavinuppia. A seguito delle informazioni e delle risposte, per le quali ringraziamo Giunta e soprattutto gli uffici, possiamo confermare il nostro dissenso rispetto alle decisioni politiche che vengono prese da questa Amministrazione.

Uno spazio gestito da parte di personale dell’Amministrazione è stato infatti affidato a un soggetto esterno, a causa dei pensionamenti e quindi dell’assenza di personale.

Il pubblico che si ritira. Vincolando i luoghi a una programmazione di breve e medio periodo. I bandi di gara per la gestione di Gavinuppia hanno infatti confermato come fuori dalla speculazione sia difficile, soprattutto in tempi di crisi economica, garantire un servizio pubblico senza il pubblico. Un primo bando di gara è andato a vuoto, il secondo ha visto l’interesse di due realtà a cui però si è chiesto di presentare progetti più adeguati alle richieste del Comune. Infine UISP si è aggiudicata Gavinuppia, lasciando per qualche mese un periodo di incertezza.

Adesso tutte le realtà presenti in quello spazio dovranno rivolgersi a UISP per sperare di poter vedere garantita la continuità delle loro attività. Ora è un soggetto esterno al Comune a decidere come dovrà essere gestito uno spazio comunale, anche se nei limiti del bando e del progetto approvato.

Non contestiamo il merito del bando, abbiamo avuto modo di verificare tutti i passaggi. Contestiamo la decisione dell’Amministrazione. Siamo infatti convinti che sia il pubblico a dover gestire gli spazi pubblici, per un miglior servizio a tutta la città”.


Cliccando qui l’interrogazione, cliccando qui la risposta.