Pensilina alla stazione e crolli: la soluzione è comprare carrelli?

“La segnalazione di una perdita fatta il 12 aprile non è servita a nulla. Era stato messo un secchio, ora che c’è stata la caduta di materiale si è transennato e si sono piazzati due carrelli”


Antonella Bundu e Dmitrij Palagi – Sinistra Progetto Comune

“Finalmente abbiamo capito. Dopo la pioggia delle scorse settimane, il 12 aprile, avevamo raccolto la segnalazione della cittadinanza, di una perdita dalla pensilina di Santa Maria Novella. Nelle foto si poteva vedere di come fosse stato messo un secchio per raccogliere l’acqua.

Vogliamo ricordare come, dopo il crollo del 2019, il nostro Comune abbia spesso alzato la voce contro Grandi Stazioni. Oggi però ci è apparso tutto chiaro.

Dove c’era un secchio, ora sono stati messi due carrelli, con tanto di transenne a loro protezione. La ragione?

Dove c’era la perdita si è verificata la caduta di materiali dalla pensilina. Per questo porteremo il tema in aula lunedì, con un question time.

Abbiamo a cuore il bilancio di Palazzo Vecchio, specialmente in tempi così difficili. Vogliamo capire se abbiamo stipulato una convenzione con qualche catena di grande distribuzione, per affittare o acquistare i carrelli a basso prezzo.

In caso alternativo, vorremmo sapere cosa pensa di fare il nostro Comune per evitare che alle persone che passano da Santa Maria Novella non rischino di cadere in testa pezzi di pensilina”.