Recovery plan: per risparmiare si chiude anche il Consiglio?

“Il Sindaco rivendica il ruolo della Città Metropolitana e degli enti locali nei progetti che il Governo presenterà in Europa. Sono mesi che cerchiamo di avere informazioni, per scoprire che si volevano chiedere i soldi per i parcheggi interrati”
Foto di Zénó Tóth

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Il Sindaco di Firenze è ormai un autorevole esponente del Partito Democratico. Rilascia interviste e opinioni. Spiega l’importanza di coinvolgere i territori.

Però ovviamente parla di coinvolgere se stesso, perché – come tante altre figure di governo – preferisce ignorare sistematicamente il Consiglio comunale (dove siedono in maggioranza colleghe e colleghi della sua forza politica e della lista che porta il suo nome, lo precisiamo).

Sono mesi che chiediamo quali siano le richieste per il nostro territorio. Nessuna risposta ci è stata mai data in modo preciso. Tanto che a seguito di un accesso agli atti abbiamo scoperto che per uscire dalla pandemia Covid-19 Palazzo Vecchio aveva proposto di fare il parcheggio interrato in piazza del Cestello con le risorse europee.

Quindi leggiamo con preoccupazione le frasi del nostro Sindaco, sulla stampa di oggi. Per questo abbiamo depositato un’interrogazione urgente e procediamo con una nuova richiesta di accesso agli atti.

Se poi si vuole fare a meno degli istituti previsti dal nostro quadro costituzionale e normativo che lo si dica. Siamo vicini al 25 aprile. Occasione per riflettere sulla democrazia e su come negli ultimi anni sia stata svuotata, a partire dall’elezione diretta del sindaco o della sindaca, che evidentemente convince alcune persone di poter prescindere dalla politica.

Berlusconi e Renzi hanno fatto scuola. Il nostro Sindaco ha imparato la lezione?”.