Sanità e ruolo dei Comuni

L’iniziativa era stata pensata in Palazzo Vecchio prima dell’emergenza Covid-19. Si è tenuta in forma telematica: ecco la registrazione

“Avevamo immaginato l’iniziativa, dal titolo “Sanità e ruolo dei Comuni- Tra privatizzazione e valorizzazione del territorio”, ormai due mesi fa. Non si poteva ancora immaginare la situazione di emergenza legata all’epidemia in corso” dichiarano il consigliere Dmitrij Palagi e la consigliera Antonella Bundu di Sinistra Progetto Comune.

“Dopo un tentativo di spostamento, apparsa chiara la necessità di trovare una soluzione telematica, abbiamo deciso di registrare il dialogo.

Ringraziamo per la disponibilità i relatori: Angelo Barbato (Forum per il Diritto alla Salute), Marco Geddes (Associazione Salute Diritto Fondamentale) e Anna Nocentini (Coordinamento Toscano Diritto alla Salute Firenze).

Ci siamo confrontati sul ruolo degli enti locali rispetto al servizio sanitario nazionale e al diritto alla salute. È stata una conversazione – spiegano Palagi e Bundu – che non ha potuto fare a meno di riferirsi al Covid-19, ma si è confermata la validità del titolo pensato a inizio anno, che guarda a queste settimane come a un peggioramento di limiti e problemi già esistenti in passato.

Il Comune non può rinunciare ad avere un ruolo nell’ambito dell’organizzazione del socio-sanitario, legandola fortemente alle decisioni in altri ambiti, come quello urbanistico. Le RSA e le RA dovranno essere ripensate, per citare un esempio di stretta attualità. In questi giorni molto appare evidente, ma sono posizioni che numerose realtà sostengono da tempo, spesso inascoltate. A partire dall’opposizione a ogni logica del privato che sostituisce il pubblico.

All’appuntamento in Palazzo Vecchio, in sala Firenze Capitale, avremmo invitato la cittadinanza e gli altri gruppi consiliari. Per compensare, almeno in parte, e vedere l’iniziativa, registrata poche ore fa, ecco il link: https://youtu.be/XLjjZ9tE6Lw.

Per domande, commenti o considerazioni potete scrivere a sinistraprogettocomune@comune.fi.it”.