Servizi bibliotecari e archivistici: nuova dirigente e nuovo affidamento

“Prosegue la precarietà e l’incertezza per un ambito ritenuto essenziale anche dalla Giunta. Continueremo a impegnarci nel confronto con la maggioranza per ottenere massime tutele per chi attualmente lavora in appalto nelle biblioteche e negli archivi della città”


Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

Dal 1° ottobre del 2021 verrà garantita la continuità dei servizi bibliotecari e archivistici, con un nuovo affidamento al soggetto che attualmente li gestisce: la Giunta ha scelto di seguire questa strada, con un affidamento temporaneo nelle more del nuovo appalto, in uscita a breve (è stato detto che siamo di fronte a “un’attesa davvero molto limitata”).

Abbiamo anche richiesto di dare seguito alla richiesta delle organizzazioni sindacali di un incontro con Palazzo Vecchio: dato che la disponibilità è stata offerta ci aspettiamo che avvenga in tempi brevi.

Finalmente è stata trovata una figura dirigenziale dedicata a biblioteche, archivi e musei, la dottoressa Marina Gardini: a lei facciamo i nostri auguri, anche perché vogliamo capire che fine hanno fatto le voci sull’internalizzazione dei servizi e quale sia il loro futuro.

Chi ci lavora e l’utenza meritano stabilità e sicurezze sociali. Si meritano e ci meritiamo un futuro migliore.