Servizio sanitario nazionale da rafforzare, anche nei servizi territoriali

Sarti e Fattori (Sì Toscana a Sinistra), Carpini (Territori Beni Comuni), Bundu e Palagi (Sinistra Progetto Comune): servizio sanitario da rafforzare e rilanciare, su tutti i territori

La rimodulazione annunciata per il Pronto Soccorso del Serristori di Figline Valdarno, con la chiusura nella fascia oraria notturna, ci preoccupa. Abbiamo raccolto le voci arrivate dal territorio e da chi lavora in quella struttura, perché il timore è che la riorganizzazione possa rappresentare un ridimensionamento del presidio, che deve rimanere pienamente attivo anche quando sarà passata l’emergenza COVID-19.

Crediamo sia importante dare spiegazioni e garanzie. Per questo è stata depositata un’interrogazione urgente dal gruppo regionale Sì – Toscana a Sinistra, mentre al Sindaco della Città Metropolitana chiediamo un impegno politico che vada nella direzione di massima tutela della cittadinanza, con il coinvolgimento del Comune di Figline-Incisa, ovviamente.

La crisi che stiamo attraversando deve vedere un rafforzamento della qualità dell’assistenza complessiva, anche per la tenuta stessa del servizio sanitario nazionale. Senza più tagli inutili, perché proprio adesso anche le strutture ospedaliere secondarie come il Serristori stanno invece dimostrando di essere fondamentali presidi della “prima linea” per la tutela della salute di tutti noi.