Via degli Incontri 2: una storia di lotte che si uniscono 

Via degli Incontri 2 è stata un simbolo di lotta per i diritti delle persone affette da paraplegia.

Doveva rimanerlo, con la realizzazione del progetto di Casa Gabriella, a cui però le istituzioni non hanno saputo dare risposte.

Oggi quello spazio è diventato simbolo di un’altra lotta, quella per il diritto all’abitare.

Quello che l’attuale società divide, la solidarietà unisce. Leggi tutto “Via degli Incontri 2: una storia di lotte che si uniscono “

Solidarietà all’occupazione di via degli Incontri 2

 

Un’intervista rilasciata a Controradio cliccando qui.

L’articolo in cui hanno parlato di noi su la Nazione cliccando qui. Quello del Corriere Fiorentino cliccando qui.

Via degli Incontri 2. Un luogo che ha una bella storia alle spalle, legata a Gabriella Bertini e Beppe Banchi, impegnati per decenni a sostegno della lotta dei diversamente abili. Hanno ottenuto insieme a tante altre energie e associazioni l’unità spinale di Careggi, anche grazie all’impegno in Regione Toscana del gruppo consiliare di quegli anni di Rifondazione.

Dopo la morte di Gabriella e lo sfratto di Beppe era andato avanti il progetto di Medicina Democratica, Adina (Associazione diritti persone non autosufficienti) e associazione Paraplegici Onlus, di trasformare casa e terreno circostante in una struttura al servizio dei paraplegici e delle loro famiglie. Inail latitante, una porta murata e una griglia per lasciare vuoto l’immobile sono una responsabilità politica della Regione Toscana. Leggi tutto “Solidarietà all’occupazione di via degli Incontri 2”

Morire per la strada, una buca non può costare una vita

Immagine da pxhere.com

Queste le dichiarazioni di Antonella Bundu e Dmitrij Palagi, consigliera e consigliere comunale Sinistra Progetto Comune

“Tutti noi abbiamo letto sui giornali di una morte assurda: inciampare in una buca e morire. È successo a Niccolò, uno studente di Lettere, che una malattia aveva costretto su una sedia a rotelle. È la dimostrazione che nella nostra città dobbiamo ancora fare molto per renderla accessibile, anche a chi ha difficoltà motorie o è diversamente abile. Per il semplice fatto che né la progettazione, né la costruzione, né la manutenzione ne tengono debitamente conto. L’Amministrazione comunale condivide le affermazioni di principio, ma sul piano pratico la situazione è ben diversa. Leggi tutto “Morire per la strada, una buca non può costare una vita”

Tramvia e Striscia la notizia:“la Giunta era in ferie?”

“Il 30 dicembre è andata in onda una puntata di Striscia la notizia in cui si evidenziavano una serie di problematiche relative alla tramvia. Ostacoli nel percorso per non vedenti a Santa Maria Novella, gradini non segnalati ma pericolosi in piazza dell’Unità e al Poggetto. Sorprendentemente l’impegno a risolvere i problemi non è arrivato dalla Giunta, ma è intervenuto un consigliere comunale, il Presidente della VI Commissione consiliare. Saremmo lieti – sottolineano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – se questo corrispondesse a un 2020 in cui verrà riconosciuto un ruolo diverso alle consigliere e ai consiglieri, da parte del governo cittadino. Leggi tutto “Tramvia e Striscia la notizia:“la Giunta era in ferie?””

Dino Compagni: sparita la rampa, rimane l’elevatore…

Antonella Bundu, Dmitrij Palagi

Durante il Consiglio comunale di ieri siamo intervenuti nuovamente in merito alla scuola Dino Compagni e in particolare alla questione delle barriere architettoniche (sopra il video della domanda di attualità). Non siamo convinti dall’atteggiamento della maggioranza, che pare voler sminuire l’imbarazzante situazione venutasi a creare. In particolare non ci risulta sia vero che l’elevatore dell’ingresso principale possa essere utilizzato in piena autonomia da una persona diversamente abile o con difficoltà motorie. Leggi tutto “Dino Compagni: sparita la rampa, rimane l’elevatore…”

Sulla Dino Compagni imbarazzante il voto contrario della maggioranza

“L’ultimo ordine del giorno collegato al DUP discusso lunedì scorso in Consiglio comunale riguardava il tema della rampa per chi ha difficoltà motorie della “scuola più bella del mondo”, la Dino Compagni. Ci è stato risposto facendo appello a dei dettagli tecnici come a un errore tutto sommato marginale, sostenendo che ora c’è un montacarichi che risolverebbe la situazione. Ci risulta che anche quest’ultimo presenti delle problematicità, ma davvero come Sinistra Progetto Comune non possiamo comprendere perché si sia scelto di non rispondere con un atto politico a una brutta figura evidente. Porteremo avanti la cosa in Comune come nel Quartiere”, lo dichiara Dmitrij Palagi, consigliere comunale di Sinistra Progetto Comune, tra i proponenti dell’ordine del giorno.

Cliccando qui l’ordine del giorno bocciato.