Un luogo toponomastico e un albero per Lorenzo Orsetti

“Nessuna polemica da parte nostra. Dobbiamo questo atteggiamento alle compagne e ai compagni del nostro Partigiano di Rifredi e alla famiglia di Lorenzo Orsetti.

Il Sindaco però ci risulta abbia dichiarato disponibilità a intitolargli una piazza. Invece – continuano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – abbiamo appreso ieri dalla Vice-Sindaca che il riferimento è sempre all’area verde di piazza Giorgini, che però non ci basta, perché esplicitamente si è esclusa questa soluzione in Consiglio comunale, oltre che per i precedenti di Bologna e Roma (dove quelle targhe sono state rimosse).

Registriamo comunque positivamente la volontà di dare seguito alla richiesta di un albero. Leggi tutto “Un luogo toponomastico e un albero per Lorenzo Orsetti”

Un sabato di lotte

Di fronte alle ingiustizie e all’oppressione non si può essere indifferenti, occorre essere partigiane e partigiani.

Per questo ieri eravamo in piazza insieme alle compagne e ai compagni che hanno sfidato il caldo di fine giugno per manifestare la loro solidarietà alle antifasciste e agli antifascisti condannati per essere scesi in piazza nel 2013 dopo le aggressioni di CasaPound a danno di due minorenni (maggiori informazioni qui).

Il corteo ha poi raggiunto la manifestazione fiorentina della giornata per la solidarietà internazionale, con cui si è conclusa la lunga giornata di lotte in città (la piattaforma qui). Leggi tutto “Un sabato di lotte”

Solidarietà internazionale: non prendere posizione è complicità

Questo l’intervento di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Domani in tante città sono indette manifestazioni per rispondere all’appello Movimento Kurdo e delle Comunità Palestinesi in Italia, per una giornata di mobilitazione e solidarietà internazionale. Sinistra Progetto Comune ha aderito alla piattaforma nazionale e sarà in piazza alle 17, in piazza della Repubblica.

Il Consiglio comunale di Firenze, in questo primo anno di consiliatura, ha confermato il suo tradizionale impegno per la pace e il diritto all’autodeterminazione dei popoli. Oggi abbiamo registrato un brutto segnale, che speriamo non anticipi una preoccupante discontinuità. Perché, come ci ha insegnato la Resistenza, di fronte allo sfruttamento e alle ingiustizie, occorre essere partigiane e partigiani. Della libertà, della possibilità di vivere fuori dalla violenza delle guerre e dell’oppressione, dell’emancipazione. Leggi tutto “Solidarietà internazionale: non prendere posizione è complicità”

Il 24 giugno a San Miniato al Monte per Lorenzo Orsetti

“Saremo al fianco della famiglia Orsetti, degli amici e della comunità kurda in occasione del primo anniversario dalla sepoltura del partigiano di Rifredi”

Queste le dichiarazioni di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu

“Abbiamo partecipato alla conferenza stampa telematica indetta per oggi, che lanciava l’appuntamento di mercoledì, alle 10 a San Miniato al Monte, in occasione del primo anno dalla sepoltura di Lorenzo Orsetti. Sappiamo che il Consiglio comunale è largamente dalla parte della resistenza kurda, come più volte evidenziato dalle votazioni in aula e come sarà testimoniato con la presenza del Presidente del Consiglio all’appuntamento di dopodomani. La Città di Firenze non dimentica il suo partigiano di Rifredi.

Crediamo però che serva un maggiore impegno da parte del Sindaco e della Giunta, che ancora devono individuare il luogo toponomastico richiesto ormai da mesi e che a livello internazionale, durante le diverse occasioni di incontro con altre città, possono ricordare quanto ancora abbia bisogno di supporto la resistenza kurda. Leggi tutto “Il 24 giugno a San Miniato al Monte per Lorenzo Orsetti”

Per Lorenzo Orsetti, a un anno dalla sepoltura

Conferenza stampa telematica lunedì 22 giugno, alle 12.30, con la famiglia, la comunità kurda e la rete che organizza gli appuntamenti in ricordo del “partigiano di Rifredi”


Questo l’intervento di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune


“Firenze non dimentica Lorenzo Orsetti, il ‘partigiano di Firenze’, morto mentre combatteva anche per la nostra libertà, al fianco della resistenza kurda.

Tante iniziative erano previste durante i mesi attraversati dalla ‘fase 1’ dell’emergenza Covid-19, con il coinvolgimento di artisti e importanti realtà nazionali. Verranno recuperate, perché Tekoşer ci ricorda ogni giorno da quale parte della storia dobbiamo stare e con quanta determinazione abbiamo necessità di continuare le lotte per la dignità, la libertà e la liberazione dello sfruttamento.
Leggi tutto “Per Lorenzo Orsetti, a un anno dalla sepoltura”

Il Governo della Turchia continua a reprimere la libertà e la causa curda

Questo l’intervento di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune


“Abbiamo depositato ormai a inizio giugno una risoluzione di condanna alla repressione del Governo turco alla libertà, che colpisce in particolare modo il partito dell’HDP (Partito Democratico del Popolo) e le persone elette in numerosi enti locali. Nel frattempo la situazione di emergenza è significativamente peggiorata. Lo sospensione del diritto e la violazione delle leggi sono continuamente all’ordine del giorno, in Turchia.

Tra il 2016 e il 2018 sono state 95 le municipalità che hanno visto negato l’esito del voto espresso democraticamente dalla popolazione locale, mentre 93 sono i sindaci finiti in arresto. Anche deputati (già co-presidenti dell’HDP) sono in condizioni di detenzione, mentre per 19 deputate e deputati sono stati avviati i procedimenti di revoca dell’immunità parlamentare. Migliaia di militanti sono nelle carceri turche per ragioni politiche, in condizioni che violano ogni convenzione di rispetto dei diritti umani. A questo si aggiunge un’amnistia che in quel paese ha riguardato recentemente circa 90.000 persone detenute, escludendo però i reati di natura ‘politica’. Il tutto in piena emergenza Covid-19, che aggrava le difficoltà di sofferenza in spazi chiusi e inumani. Leggi tutto “Il Governo della Turchia continua a reprimere la libertà e la causa curda”