Digiuno di giustizia: 102imo giovedì

Da 102 settimane in presidio, dalle 13.00 alle 15.00, davanti alla Prefettura, per chiedere la cancellazione dei decreti sicurezza e di tutte le politiche di odio, razziste, persecutorie dei poveri.

Per attestare l’esistenza di una parte attiva della cittadinanza che non si è rassegnata e vuole restare umana.

Il 102imo giovedì di lotte ha confermato la forza di determinazione di un movimento ampio, che resiste alle intemperie e al caldo, partito da un appello lanciato da Alex Zanotelli e che ha raccolto a Firenze la risposta di Umani per R-Esistere e della Comunità delle Piagge, a cui in tante e tanti si sono aggregati. Leggi tutto “Digiuno di giustizia: 102imo giovedì”

Da 100 settimane per chiedere la cancellazione dei decreti sicurezza

“Tutti i giovedì, dalle 13.00 alle 15.00, su iniziativa lanciata da Umani per R-Esistere e dalla Comunità delle Piagge, che raccoglie un appello di Alex Zanotelli, di fronte alla Prefettura di via Cavour, si riunisce un gruppo di cittadine e cittadini, per chiedere la cancellazione dei decreti sicurezza.

Sono cambiati la maggioranza e il governo, a livello nazionale, ma rimangono intatte le ragioni di chi prosegue la mobilitazione.

Siamo arrivati al centesimo presidio. 100 giovedì in strada, esposti al maltempo e al caldo.

Chi partecipa al presidio – spiegano i consiglieri di Sinistra Progetto comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – prende la parola, si presenta e spiega le ragioni per cui è lì.

Microfono aperto e grande apertura. Per la difesa della dignità umana. Per la difesa dei diritti delle persone, di chi è accusato solo di esistere. Leggi tutto “Da 100 settimane per chiedere la cancellazione dei decreti sicurezza”

Presentato il libro di don Massimo Biancalani

“Il nostro Gruppo Consiliare – sottolineano Antonella Bundu e Dmtrij Palagi di sinistra Progetto Comune – è onorato di aver ospitato la prima presentazione del libro di Don Massimo Biancalani, Disobbedisco e accolgo (Edizioni San Paolo), con la conferenza stampa organizzata in Palazzo Vecchio.

Ringraziamo l’autore, per il suo impegno quotidiano a Vicofaro e per aver accettato di tenere questo appuntamento. Ringraziamo padre Bernardo di San Miniato che per imprevisti non è potuto venire ma ci ha regalato bellissime parole con una lettera. Ringraziamo anche Luca Milani, presidente del Consiglio Comunale, che ci ha voluto raggiungere ed è stato presente per la conferenza stampa. Ringraziamo Massimo Torelli che con Firenze Città Aperta ci ha accompagnato più volte a Vicofaro e ha contribuito all’organizzazione dell’evento. Ringraziamo la famiglia Orsetti che non è voluta mancare.

La politica che usa i ruoli istituzionali per seminare disinformazione e odio, al fine di raccogliere facile consenso elettorale, dovrebbe vergognarsi. L’accoglienza e la solidarietà di Vicofaro sono un esempio. Una realtà importante che lancia un messaggio universale, che parla di pace e futuro. Leggi tutto “Presentato il libro di don Massimo Biancalani”

Da Biancalani a Vicofaro per esprimere la nostra solidarietà

“Da parte della Lega campagna elettorale sulla pelle delle persone. Siamo andati a manifestare il nostro sostegno a un’esperienza importante di accoglienza e solidarietà”


Questo l’intervento di Antonella Bundu e Dmitrij Palagi – Sinistra Progetto Comune


“Ieri siamo stati a Vicofaro, assieme a Tommaso Fattori (Consigliere regionale e candidato Presidente per Toscana a Sinistra) e Massimo Torelli (Firenze Città Aperta), per portare la nostra solidarietà a Massimo Biancalani, che a Vicofaro tiene aperta una fondamentale esperienza di solidarietà e accoglienza.

Mentre il Papa dona al centro 20mila euro, ecco che la candidata presidente delle destre Ceccardi e il Senatore Salvini scelgono di strumentalizzare alcune cronache locali per criminalizzare chi cerca di aiutare il prossimo. Leggi tutto “Da Biancalani a Vicofaro per esprimere la nostra solidarietà”

Il Comune di Firenze chiede la cancellazione dei decreti sicurezza

Il testo della risoluzione approvata cliccando qui.


Cancellare i decreti sicurezza. È quanto ha votato ieri a maggioranza il Consiglio comunale di Firenze, su proposta di Sinistra Progetto Comune (dopo un lungo confronto positivo con i gruppi consiliari di maggioranza)


“Ieri abbiamo parlato dello smantellamento dell’accoglienza, della violazione della convenzione di Ginevra, del non rispetto della Convenzione sulla ricerca e il salvataggio marittimo, di come si violino la Convenzione SOLAS e SAR, di come vengono negati il diritto all’abitazione, alla residenza, al manifestare, di quanto non venga rispettato lo Statuto dei Lavoratori… di come vengano disattesi gli articoli della Costituzione che indicano come strada da perseguire quella che rimuove gli ostacoli che impediscono l’ottenimento di pari dignità sociale ed economica per tutte e tutti. Abbiamo discusso del dovere, ma soprattutto del diritto, di poter contribuire alla società.

Ringraziamo le consigliere e i consiglieri – spiegano Antonella Bundu e Dmitrij Palagi di Sinistra Progetto Comune – che hanno votato a favore della risoluzione e chi è intervenuto nel dibattito. Il segnale che abbiamo dato è importante e non è solo simbolico. Leggi tutto “Il Comune di Firenze chiede la cancellazione dei decreti sicurezza”

SPRAR: “occorre proteggere in sicurezza”

Da needpix.com

“Contrariamente a quello che scrivono le destre, siamo convinti della necessità di contrastare l’emergenza sanitaria attraverso adeguata informazione, senza dividere inutilmente la popolazione sul tema dei tamponi. Questi ultimi – spiegano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – devono essere fatti, dando priorità a chi entra in contatto con altre persone.

Abbiamo saputo che negli SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) fiorentini iniziano ad arrivare nuovi ingressi, senza però che si effettuino le analisi necessarie a rassicurare chi ci lavora e l’utenza già presente. Chi viene dalla strada deve essere messo in quarantena, chi giunge da altre strutture e non presentava sintomi è ritenuto non a rischio.

Se il sistema di protezione, quello pubblico e quello degli appalti non avessero presentato difficoltà o problemi negli ultimi anni, anche prima dell’emergenza Covid-19, probabilmente non scriveremmo questo
comunicato. Ma riteniamo pienamente condivisibile – aggiungono Bindu e Palagi –  la preoccupazione della classe lavoratrice e dell’utenza degli SPRAR rispetto a queste procedure, che pare abbiano un riferimento legislativo regionale e non sia intenzione del Comune cambiare. Leggi tutto “SPRAR: “occorre proteggere in sicurezza””