SAS: sostegno alla mobilitazione

“L’arroganza e l’unilateralità denunciate dalle organizzazioni sindacali chiedono un’azione urgente ed efficace da parte del Comune di Firenze”


Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

Siamo preoccupati per il futuro delle lavoratrici e dei lavoratori di SAS, non da oggi: la mobilitazione lanciata ieri dalle organizzazioni sindacali conferma l’urgenza di un’azione diversa da parte della Giunta e del Comune di Firenze, rispetto alla sua partecipata.

Il ricorso alla cassa integrazione, il peggioramento del clima e l’assenza di spiegazioni adeguate sui progetti futuri di questa realtà hanno portato alla proclamazione dello sciopero.

Leggi tutto “SAS: sostegno alla mobilitazione”

TARI: si prova ad arginare gli aumenti ma senza responsabilità

“Sono anni che chiediamo chiarezza e investimenti verso i rifiuti zero. La Regione è nel caos e il Comune non sa essere chiaro sulle ragioni dei costi che si pagano con le tasse”
Foto da firenzetoday.it

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Pagare le tasse per ottenere una gestione dei rifiuti capace di arrestare l’inquinamento e contrastare i cambiamenti climatici sarebbe positivo: non siamo ostili a prescindere agli aumenti della TARI, ma proprio per questo riteniamo gravissimo quanto sta avvenendo in questa fase.

In un’assenza totale di strategie regionali ecco arrivare gli ennesimi aumenti, in parte mitigati, dopo quelli annunciati nel 2019 per misteriosi sfalci e annunciate pulizie strade che poi sono sparite dai dibattiti del 2021.

Erano parole del Sindaco e del Partito Democratico: avremo più servizi e vi chiediamo di pagare di più. Non ci avevano convinto. Oggi ci dicono: gli stessi servizi di sempre costano di più. Leggi tutto “TARI: si prova ad arginare gli aumenti ma senza responsabilità”

Oltre 3 milioni per liquidare Hera e manca chiarezza su tariffe TARI

“In Commissione Controllo, questa mattina, ALIA ci ha confermato numerose perplessità: la non realizzazione dell’inceneritore di Case Passerini ha avuto un costo di oltre 3 milioni, principalmente per liquidare Hera da Q.tHermo. Per questo si vuole una multiutility in Toscana?”


Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Dopo due anni di nostre interrogazioni e question time inizia a chiarirsi il tema di quanto costerà alla cittadinanza l’errore di aver deciso e progettato un inceneritore fortemente contrastato dalla cittadinanza e dai comitati, che per fortuna hanno vinto la lotta comune per la salute delle persone e del territorio.

Ieri l’Assessora ci ha spiegato che le tariffe della TARI aumenteranno per l’assenza di impianti, citando anche quello di Case Passerini, mentre stamani ALIA ci ha fatto presente di aver speso oltre 3 milioni di euro per la progettazione di una struttura mai realizzata e – soprattutto – per liquidare Hera da Q.tHermo, che aveva come socio di maggioranza Quadrifoglio e oggi è al 100% della “nostra” partecipata dei servizi ambientali.

È per questo che la Giunta vuole una multiutility? Per spendere milioni sul territorio per decisioni errate e per fortuna non realizzate? Leggi tutto “Oltre 3 milioni per liquidare Hera e manca chiarezza su tariffe TARI”

Sfalci: il Comune chiede aumento della TARI per farne di più

“Nel 2019 si giustificò l’aumento della Tari proprio per permettere più numerosi tagli dell’erba: da due interventi a sei. Il caos di questi giorni è surreale”


Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“È vero che a fine 2020 è venuto fuori del contenzioso tra ALIA e Ato Toscana Centro, con un nuovo calcolo da cui dovrebbe conseguire un ulteriore aumento significativo della TARI, ma occorre fare un passo indietro.

Nel 2019 si era già stabilito un aumento del 6%, che come gruppo consiliare avevamo contestato e ritenuto non chiaro: tra le giustificazioni c’era l’aumento del numero di sfalci, a costi significativi, almeno da due a sei l’anno.

Tra le varie segnalazioni ricevute in questi giorni ci sono anche interventi non coordinati tra gli enti, con il Comune che interviene in mezzo alle strade, ma non ai bordi (che è di competenza della partecipata). Leggi tutto “Sfalci: il Comune chiede aumento della TARI per farne di più”

Firenze Parcheggi: nomina durata quanto vincoli di mandato

“Abbiamo sempre contestato la scelta di nominare un ex consigliere comunale in una partecipata a due anni dal suo mandato elettorale: le sue dimissioni da Presidente e dal CDA arrivano a poco più di due anni dalle elezioni amministrative”
Foto da pixabay.com

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Con accesso agli atti troveremo conferma di come l’ex Presidente di Firenze Parcheggi abbia richiesto al Ministero della Giustizia un parere sulla propria compatibilità, vinto un concorso presso il Tribunale di Firenze.

Comunque si confermano le nostre opinioni sulla inopportunità di questa nomina: un ex consigliere comunale, limitato nei due anni successivi al suo mandato elettorale, esce dal consiglio di amministrazione di una partecipata esattamente a due anni dalle ultime elezioni amministrative. Leggi tutto “Firenze Parcheggi: nomina durata quanto vincoli di mandato”

Salta il Presidente di Firenze Parcheggi

“Avevamo già seri dubbi sull’opportunità di un ex consigliere comunale del Partito Democratico nominato in una partecipata a meno di due anni dal suo mandato: ora la sua assunzione come direttore amministrativo presso il Tribunale di Firenze lo rende incompatibile?”
Dal sito firenze.repubblica.it

L’articolo dal Corriere Fiorentino cliccando qui.


Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Partiamo da un elemento che è bene chiarire: non c’è nulla di personale. Il nostro gruppo consiliare non ha avuto modo di conoscere l’attuale Presidente di Firenze Parcheggi da consigliere comunale e tutti le istanze che muoviamo partono da considerazioni di opportunità istituzionale e da rilievi legati alle norme.

A noi sembrava sbagliato che il Sindaco nominasse un esponente di Palazzo Vecchio della maggioranza in una partecipata a meno di due anni dalla fine del mandato elettorale, per poi vederlo arrivare direttamente alla presidenza. Erano seguite le difese di ufficio della Giunta, spiegandoci che il Presidente di Firenze Parcheggi avrebbe operato entro limiti specifici, per evitare di violare la cosiddetta Legge Severino (in sostanza un incarico di rappresentanza senza possibilità di prendere decisioni, se bene abbiamo compreso).

Leggi tutto “Salta il Presidente di Firenze Parcheggi”