Test sierologici e tamponi a tappeto

Foto di Henning Schlottmann (User:H-stt), da wikimedia.org

“In Regione Toscana è già stato approvato un ordine del giorno proposto da Sì – Toscana a Sinistra che va nella stessa direzione, per cui vogliamo sperare che anche il Consiglio comunale di Firenze – spiegano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – approverà la risoluzione depositata questa mattina, relativa ai test seriologici e alla necessità di effettuare tamponi a tappeto su tutto il territorio nazionale.

L’Università di Firenze ha sviluppato una formula di reagenti che ha già aiutato in modo significativo la realtà di Careggi. Se lo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare venisse impegnato a produrlo, avremmo a bassi costi un prodotto necessario alla cosiddetta fase 2.

La convivenza con Covid-19 prevede la necessità di effettuare tamponi a tappeto, che i test seriologici possono solo integrare e anticipare.

Basta pensare al problema della classe lavoratrice che su basa volontaria decide di sottoporsi volontariamente a un seriologico e poi si vede costretta a restare a casa a proprie spese, in troppi casi.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità – proseguono Bundu e Palagi – ha dato indicazioni precise sulla necessità dei tamponi a tappeto, che vengono confermate da istituti indipendenti e autorità sanitarie nazionali.

Il Forum per il Diritto alla Salute ha inoltre lanciato un aspetto il 18 maggio per un “piano Nazionale per il potenziamento dei Laboratori del SSN, delle Università dell’Istituto Farmaceutico Militare”.

Per raccogliere tutte queste richieste di ascolto, abbiamo quindi depositato oggi una risoluzione, confidando – concludono i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu –  possa discutere in tempi utili ed efficaci”.


Il testo della risoluzione cliccando qui.