Un impegno per la pace, contro ogni pericolo di conflitto nucleare

“Il 22 gennaio entra in vigore il Trattato di divieto delle armi nucleari: ieri il Consiglio comunale ha votato la richiesta al Governo italiano di sottoscrivere il testo”
Foto di Tomasz Bidermann

L’atto approvato cliccando qui.


Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Avevamo già salutato con favore la notizia della sottoscrizione del Trattato per la messa al bando delle armi nucleari da parte di 50 paesi, che ha reso possibile la sua entrata in vigore a partire dal 22 gennaio 2021.

Mancano pochi giorni, per questo abbiamo chiesto al Consiglio comunale di ieri di trovare lo spazio per votare il testo della risoluzione con cui si chiede all’Italia di aggiungersi alle realtà che sostengono la richiesta di cancellare ogni strumento di distruzione di massa.

Si conferma anche una posizione già espressa durante le consiliature precedenti: rimuovere le armi nucleari schierate in Italia.

Al tempo stesso si chiede al Sindaco di rinnovare il suo impegno nella rete internazionale dei Sindaci per la Pace.

Ringraziamo tutti i gruppi consiliari e la presidenza del Consiglio comunale per aver permesso la votazione dell’atto nella seduta di ieri, così come le consigliere Bianchi e Dardano e i consiglieri Rufilli e Di Puccio, che hanno contribuito alla discussione sul testo e agli emendamenti, sottoscrivendo la risoluzione.

Il Comune di Firenze conferma il suo impegno per la pace e la solidarietà tra i popoli. Come forza di sinistra continueremo nel nostro impegno su questi temi, ricordando come il globale e il locale si tengano in modo fondamentale, anche sul piano istituzionale”.