Dispiacere e incertezza non sono una risposta adeguata

Foto di Lucas Zimmermann da www.collater.al

L’Assessore alle infrastrutture e alla mobilità si dice dispiaciuto che la mozione che abbiamo presentato per un semaforo su Lungarno Aldo Moro sia stata tardiva.

La responsabilità però è tutta da ascrivere alla maggioranza.

Perché questo intervento è stato richiesto con un atto di Sinistra Progetto Comune, giunto con molto ritardo in Commissione 6, all’interno della quale ci era stato assicurato che grazie alle nostra mozione si stava procedendo all’operazione.

Avevamo rifiutato di ritirare la mozione, fino a che quel semaforo non fosse stato installato.

Siamo poi arrivati in Consiglio comunale, a distanza di ulteriori numerose settimane. Leggi tutto “Dispiacere e incertezza non sono una risposta adeguata”

La terra sia lieve a Rossana Rossanda

Dalla pagina de “il manifesto”, ilmanifesto.it/addio-rossana-rossanda/

Per chi vive sentendo sulle sue spalle il peso della storia, oggi è un giorno difficile. Ma non un giorno senza senso. Per chi avesse il tempo e la pazienza, l’estratto è lungo…

«M. L’abbandono dell’impegno politico per te equivale a una perdita di senso?

R. È una perdita di senso. Per chi lo ha abbandonato. Io no, non posso costruire granché ma posso tentar di portare «di pianto in ragione», per dirla con Fortini, quel che ci viene tolto e quel che ci viene offerto. È senza senso vivere come si vive: più deprivati di potere che mai sul nostro destino, smarriti di fronte a noi stessi. Si patisce e si subisce. Leggi tutto “La terra sia lieve a Rossana Rossanda”

La militanza come forma di condivisione

Ormai qualche anno fa erano attivi e diffusi i Gruppi di Acquisto Popolari. Con Massimo Fiorentini abbiamo girato quasi metà Italia, con numerosi prodotti alimentari. È stato così che ho imparato a guidare i furgoni, sempre necessari quando si allestisce e si prepara una festa, quale quella che ci sarà a Firenze dal 10 al 15 settembre (maggiori informazioni qui).

Dopo una giornata di militanza continua, divisa per una parte della Toscana e simile a tante altre del passato, più o meno recente, tornano una serie di convinzioni sull’importanza delle dimensioni collettive, costruite su obiettivo comuni e lotte condivise.

Un grande grazie alle compagne e ai compagni, perché chi ha ruoli istituzionali o di responsabilità gode di una visibilità ben maggiore, rispetto alla militante di tante e tanti, che deve tradursi necessariamente in un consapevole spirito di servizio.

Leggi tutto “La militanza come forma di condivisione”

La centralità dell’autorecupero per il diritto all’abitare

Foto di Stephen Bain da wikipedia.org

In Commissione 3 e 4 è stato raccolto l’invito di Sinistra Progetto Comune a riconoscere la centralità dell’autorecupero sul tema del diritto alla casa.

Da mesi attendevamo la possibilità di un approfondimento, in merito a un ordine del giorno presentato a gennaio 2020, in cui invitavamo il Comune di Firenze a farsi promotore, presso la Regione Toscana, di una richiesta di rinnovati fondi per i progetti di ripristino degli immobili in modalità di autogestione.

Una forma di partecipazione che permette di recuperare tessuto urbano e di aumentare l’offerta abitativa, in tempi di estrema disuguaglianza, senza nuovo consumo del territorio.

Leggi tutto “La centralità dell’autorecupero per il diritto all’abitare”

Musei in tutta la Città

In Commissione 5 abbiamo visto approvare un ordine del giorno, presentato a inizio estate, in cui chiedevamo di promuovere l’individuazione di siti in aree periferiche da destinare in tempi rapidi all’allestimento di nuovi poli di attrazione culturale, per evitare di dimenticarsi intere aree della Città che non sono assimilabili al centro UNESCO.

Siamo ovviamente consapevoli della necessità di dover ripensare tutto il sistema di estrazione di profitto del tessuto economico legato al turismo. Nell’immediato è però necessario coinvolgere nella discussione pubblica ogni area del nostro territorio.

Decentrare il turismo è una logica che non ci appartiene. Promuovere la cultura, magari rivolgendola alla cittadinanza e rendendola strumento realmente democratico, è però un obiettivo condiviso nel programma elettorale che avevamo presentato e a cui non rinunciamo. Leggi tutto “Musei in tutta la Città”

Il sesso senza consenso è stupro!

Abbiamo raccolto, come Sinistra Progetto Comune, la campagna di Amnesty Italia, sul tema della violenza sulle donne e sul consenso necessario in ogni rapporto sessuale. Lo avevamo annunciato qualche settimana fa con un comunicato stampa (qui) e abbiamo visto il testo approvato con parere favorevole dalla Commissione 7. Si tratta di una necessaria revisione dell’Articolo 609 Bis del codice penale, da avanzare con una contestuale campagna di sensibilizzazione che, anche attraverso politiche sensibili al genere e la formazione di figure professionali, educhi, prevenga e contrasti la cultura della stupro, affinché anche in Italia qualsiasi atto sessuale non consensuale sia punibile dalla legge.

Violenza contro le donne: se non c’è consenso, deve essere reato