Per Idy Diene: chiediamo la targa su Ponte Vespucci

“Nessuna soluzione per l’apposizione della targa istituzionale su Ponte Vespucci. Non lo accettiamo e rilanciamo le ragioni della raccolta firme lanciata su www.firenzesolidale.it”

“Una legge di epoca fascista non può essere la ragione per giustificare l’inadempienza di Sindaco e Giunta rispetto a una richiesta votata due volte dall’intero Consiglio comunale di Firenze.

Dopo tre anni dall’uccisione di Idy Diene su Ponte Vespucci il Comune di Firenze ha realizzato due targhe. La prima – spiegano i consiglieri di Sinistra Progetto comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu –  risulta bloccata nei depositi degli uffici perché si è chiesto un’autorizzazione che la Prefettura di Firenze non vuole dare, per via della regola che stabilisce l’obbligo di aspettare dieci anni dalla morte della persona (ma sono previste possibilità di deroga). La seconda, senza il nome di Idy Diene, è stato deciso di apporla in Palazzo Vecchio, invece che sul ponte, al fianco di quella già presente, realizzata e collocata dall’associazionismo e dalla cittadinanza antirazzista. Leggi tutto “Per Idy Diene: chiediamo la targa su Ponte Vespucci”

Il Sindaco e la Giunta di Firenze senza vergogna sulla targa di Idy

“Era stata trovata una soluzione parziale, per apporre una targa su Ponte Vespucci. Invece anche questo anno rimane solo quella apposta dall’associazionismo.
Alle 18.00 presidio, lunedì chiederemo conto in aula di questa scelta sbagliata”


L’articolo del Corriere Fiorentino cliccando qui.


Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

Ricostruiamo tutto con ordine, perché la vicenda è talmente surreale che resta difficile crederci.

Idy Diene vien ucciso nella mattina del 5 marzo 2018, su Ponte Vespucci. Si tratta di un’altra ferita per la Città di Firenze, a pochi anni di distanza dalla strage di Piazza Dalmazia.

Il Sindaco si perde a dare solidarietà alle fioriere, mentre parte un dibattito assurdo sulla natura razzista o meno del gesto omicida.

Il 12 marzo del 2018 il Consiglio comunale, senza nessun voto contrario, decide di apporre una targa istituzionale su Ponte Vespucci.

Però l’unica targa che appare è quella messa dall’associazionismo antirazzista e antifascista, che a novembre 2019 viene imbrattata. Leggi tutto “Il Sindaco e la Giunta di Firenze senza vergogna sulla targa di Idy”

SPC consegna le firme per Idy Diene alla Prefetta

“Ricevute con disponibilità e ascolto. Adesso azione congiunta con la Giunta e tutti i livelli istituzionali, per dare una risposta alla cittadinanza, all’associazionismo e alle forze sindacali che hanno raccolto oltre 1.150 firme della cittadinanza, fiorentina e non”


Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Ringraziamo la Prefetta di Firenze per aver ricevuto il gruppo consiliare comunale di Sinistra Progetto Comune, come da noi richiesto, per ricevere le 1.156 firme raccolte in due settimane a dicembre 2020, grazie a un appello lanciato da un ampio numero di realtà associative e sindacali.

Il 5 marzo è la data in cui ricorre il giorno dell’assassinio di Idy Diene. Il Comune di Firenze, sia a livello di Consiglio che di Giunta, ha ribadito più volte, all’unanimità, la richiesta di porre una targa su Ponte Vespucci, senza lasciare lì solo quella apposta dalla spontanea generosità di chi vive il territorio. Leggi tutto “SPC consegna le firme per Idy Diene alla Prefetta”

Giornata della Memoria: guardare anche agli orrori di oggi

“Depositati ieri due ordini del giorno per chiedere attenzione e una presa di posizione alla presenza dell’estrema destra sul territorio fiorentino, oltre al tema della condanna ricevuta dall’Italia per le politiche di riammissioni illegali”
Foto di Robert Pastryk

Antonella Bundu, Dmitrij Palagi – Sinistra Progetto Comune

“In questi giorni è uscita la notizia dell’arresto di un giovanissimo suprematista che guardava con simpatia alle stragi dell’estrema destra, tra cui quella di Macerata. Firenze ha già visto il suo recente passato segnato dagli omicidi di Piazza Dalmazia e Ponte Vespucci.

Oggi il Comune promuove una forte attenzione al tema dell’odio e del razzismo, ma questo non ha impedito a CasaPound di inaugurare una nuova sede, anche se sotto il nome di Firenze Identitaria, in pieno centro.

Nel frattempo l’Italia viene condannata per le illegali riammissioni verso la Slovenia di esseri umani che evidentemente non sono ritenuti tali dal sistema. Non a caso dopo anni di denuncia della indecenza dei decreti sicurezza alla fine questo governo – ormai caduto – si è limitato a una loro parziale revisione.

Leggi tutto “Giornata della Memoria: guardare anche agli orrori di oggi”

Targa per Idy Diene: attendiamo di poter consegnare le firme

“Nel mese di dicembre sono state superate le 1.150 firme, che affideremo alla Prefetta, dopo aver informato la Giunta di questa diffusa richiesta sul nostro territorio”


Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Abbiamo richiesto alla Prefetta un appuntamento per consegnare in modo aggregato – tutelando i dati personali di chi ha firmato – le oltre 1.150 firme raccolte principalmente nel giro di due settimane a dicembre, di cui più di 700 del Comune di Firenze, a cui si aggiungono gli altri territori della provincia.

Una risposta estesa e diffusa, merito dell’ampio fronte di associazioni e realtà che hanno lanciato l’iniziativa, trovando l’adesione e il sostegno del nostro gruppo consiliare. Leggi tutto “Targa per Idy Diene: attendiamo di poter consegnare le firme”

La politica che commenta la realtà non serve alla città

“La polemica della Lega verso la Lista Nardella serve a occupare la stampa di inizio 2021?”
Foto di Giada Funghi

Queste le dichiarazioni di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu di Sinistra Progetto Comune 

“Il nostro gruppo consiliare è stato, molti mesi fa, al centro di accese polemiche per un esposto per istigazione all’odio razziale. Non lo avevamo pubblicizzato ma ci pensò la Lega a renderlo noto, invitandoci a vergognarci.

A noi era sembrato grave che l’omicidio di un Carabiniere fosse strumentalizzato per fare propaganda a danno di vite umane, colpevoli di migrare e per questo ritenute responsabili di episodi criminali, identificabili per il colore della pelle e solo per questo da condannare. Leggi tutto “La politica che commenta la realtà non serve alla città”