Spostiamo il Maggio alla Scala?

Foto da maggiofiorentino.com

Questo l’intervento di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“La consiliatura era iniziata malissimo anche sul tema del Maggio Musicale e su questo fronte si chiude allo stesso modo il primo semestre di governo. La stagione di progressiva stabilizzazione attorno al teatro è stata bruscamente interrotta con la volontà di far tornare a Firenze Nastasi, poi approdato invece al Ministero di Franceschini.

Ora abbiamo sempre il Sindaco alla presidenza della fondazione, con un nuovo sovrintendente, impegnato a spiegare come sia necessario cambiare completamente la politica seguita nel recente passato, che pure sembrava andare nella direzione giusta. Leggi tutto “Spostiamo il Maggio alla Scala?”

Anche oggi si parla del Maggio Musicale domani (forse dopodomani, o mai?)…

Dopo due Consigli comunali privi di risposte, per assenza di Sindaco e Assessore, anche questo lunedì ci ritroviamo con un tempo dedicato ai question time inferiore a un’ora (quindi limitati di fatto) e senza possibilità di discutere del Maggio Musicale in Consiglio comunale.

Speriamo a breve la situazione cambi, insisteremo a chiederlo – aggiunge il consigliere di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi – oltre a voler ottenere risposte sui temi collegati: le stabilizzazioni, il tavolo permanente che si doveva far partire, la ricapitalizzazione della Fondazione, il cambio di linea tra nuova sovrintendenza Pereira e quella precedente di Chiarot…. Leggi tutto “Anche oggi si parla del Maggio Musicale domani (forse dopodomani, o mai?)…”

Maggio Musicale: il Consiglio comunale deve parlarne

Nessuna risposta da Sindaco e Assessore alla cultura questo lunedì, come lo scorso lunedì, sul Maggio Musicale. Diventa non più rinviabile parlare del tema in Consiglio comunale. L’Amministrazione si era impegnata a farlo quando avevamo chiesto spiegazioni durante le tempeste di questa estate. Siamo stati persino accusati di allarmismo e strumentalizzazioni da parte del Partito Democratico. La mobilitazione sindacale e il cambio significativo di linea del nuovo sovrintendente rendono questa necessità ancora più cogente. Questa volta non c’è nemmeno possibilità di utilizzare dell’ironia per muovere le nostre critiche. Leggi tutto “Maggio Musicale: il Consiglio comunale deve parlarne”

Maggio Musicale: l’assassino è il sindacato?

Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Consigliere e consigliera comunale Sinistra Progetto Comune
Era la prima metà di settembre quando ci siamo permessi di esprimere solidarietà all’Assessore alla Cultura della Città di Firenze, perché veniva in Consiglio a rendere conto delle scelte del Sindaco sul Maggio, venendo smentito puntualmente sulla stampa poche ore dopo… La maggioranza ci accusò di essere rimasti privi di argomenti e di seminare allarmismo (si veda qui).

Leggi tutto “Maggio Musicale: l’assassino è il sindacato?”

Maggio: dare la colpa ai sindacati è imbarazzante

Come Sinistra Progetto Comune è da inizio consiliatura che chiediamo di poter parlare in Palazzo Vecchio del Maggio Musicale. Solo i question time e le domande di attualità ci hanno permesso di affrontare il tema… Ci era stato detto che Chiarot sarebbe rimasto insieme a Nastasi. Oggi non abbiamo Chiarot, non abbiamo Nastasi e Pereira ha annunciato un aumento dei prezzi, stravolgendo completamente la politica del Maggio Musicale nel suo rapporto con la città e il territorio. Le parti sindacali si dichiarano preoccupate per le stabilizzazioni e l’assenza di una coerenza relativa agli impegni presi, da parte del Sindaco… e la risposta qual è? Si dà la colpa a presunte divisioni tra lavoratori e lavoratrici? Davvero inaccettabile. Questo non è il modo di governare e non è il modo giusto di affrontare i problemi.

Foto da www.maggiofiorentino.com

Alzare i prezzi allontanerà solo il pubblico dal Maggio

Queste le dichiarazioni di Dmitrij Palagi, consigliere comunale Sinistra Progetto Comune insieme a Tommaso Grassi, Firenze Città Aperta

“Così tanto impegno e sacrificio è stato necessario per riportare la città a vivere il Maggio, non più considerandolo un carrozzone, costoso ed inutile come la gestione della Sovrintendente Colombo e poi di Bianchi avevano fatto percepire; così poco tempo ci metteranno Nardella e il nuovo Sovrintendente Pereira a ricacciare nell’oblio un Teatro, i suoi artisti e dipendenti, così come i tanti cittadini che hanno a cuore l’istituzione lirico sinfonica di Firenze. Leggi tutto “Alzare i prezzi allontanerà solo il pubblico dal Maggio”