Chi si prende cura del Franchi? La Giunta non ci dà risposte

“Abbiamo nuovamente provato a capire quali importi sono stati spesi per la manutenzione dello stadio da parte della proprietà della ACF Fiorentina, ma per la seconda volta non c’è stata alcuna indicazione di cifra”
Foto da commons.wikimedia.org

Queste le dichiarazioni di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Che gli oneri di manutenzione dello Stadio Franchi siano suddivisi tra Comune di Firenze e ACF Fiorentina è cosa nota. Una convenzione del gennaio 2010 stabilisce quanto è di competenza della società sportiva (come la manutenzione dei locali in uso esclusivo e le strutture realizzate durante la gestione), a cui si aggiunge il 51% dei costi degli interventi sull’impianto dello Stadio (che non riguardino modifiche strutturali).

E fino a qui tutto chiaro.

Non c’è traccia delle spese sostenute dalla nuova proprietà della Fiorentina nel corso del recente periodo. Era un’informazione che avevamo chiesto qualche settimana fa in Consiglio comunale e reiterato con interrogazione scritta.

Ci viene da dire che il Comune spende soldi, senza sapere quanti ne sta mettendo l’altra parte con cui gestisce lo stadio. Salvo poi suggerire di buttarlo giù perché inadeguato…

Ritenteremo una terza volta, magari sarà quella in cui finalmente ci verrà chiarito quanto chiediamo. Aggiungiamo altre “rivelazioni”. La famosa task force per lo stadio non è altro che l’insieme delle competenze dell’Amministrazione comunale che si occupano di questa parte della nostra città. È quindi la voglia di dare etichette anglofone al funzionamento della macchina pubblica che ha creato una notizia che tale non era.

Quanto alla richiesta che il Comune avrebbe fatto con la ACF Fiorentina al MiBACT, per l’abbattimento dello stadio comunale Artemio Franchi ecco che tutto è rimandato al livello nazionale, in modo ambiguo (non si è chiesto nulla esplicitamente, ma l’importante è assecondare il privato, senza alcuna autonoma funzione pubblica).

Non si ha il coraggio di ammettere che si “miagola nel buio”, per citare Corrado Guzzanti nei panni di Quelo. Nel frattempo continua l’infinita epopea non sportiva della Fiorentina. Con inutili polarizzazioni e polemiche. Dopo anni di giri a vuoto si continua a girare a vuoto”