Lunedì chiederemo di salvare il futuro di Villa Basilewsky

“Depositati gli emendamenti in vista delle delibere in discussione durante il prossimo Consiglio comunale. Non abbiamo bisogno di nuovi student hotel e strutture per il turismo di lusso”
Foto da wikipedia.org

Qui l’emendamento che presenteremo.


Antonella Bundu e Dmitrij Palagi – Sinistra Progetto Comune

“Lunedì discuteremo in aula una proposta di delibera per l’Aggiornamento del quadro conoscitivo del Regolamento Urbanistico per Servizi pubblici e privati.

A poco più di un mese dalla secca smentita, sia a mezzo stampa che in aula, sulla volontà di assecondare le richieste del fondo straniero che avrebbe acquistato dalla Regione l’immobile noto come Villa Basilewsky, per trasformarla in un hotel di lusso, la ritroviamo fra le varie schede che riguardano la rimozione della funzione Spazi e Servizi Pubblici – servizi collettivi nel quadro conoscitivo del Regolamento urbanistico.

Viene confermato che la società aggiudicataria dell’asta vorrebbe trasformare l’immobile in 75% turistico – ricettivo, in un’area già fortemente satura di queste funzioni – a partire dallo Student Hotel di 390 camere che si trova a 160m da Villa Basilewsky. Leggi tutto “Lunedì chiederemo di salvare il futuro di Villa Basilewsky”

Oltre la retorica sulla sicurezza, si intervenga subito in via Marconi

“Ricevuta la risposta a un’interrogazione senza indicazione sui tempi previsti per garantire l’incolumità della cittadinanza preoccupata per la necessità di interventi per la visibilità delle strisce pedonali e il ripristino del manto stradale”
Foto di Valerio Errani

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune
Lorenzo Palandri e Francesco Gengaroli – SPC Quartiere 2

“Sulla base di alcune segnalazioni ricevute e avendo fatto una verifica sul posto, avevamo depositato un’interrogazione urgente, per chiedere conto della situazione in via Marconi e via Mossotti.

Ringraziamo l’Assessore per averci fatto pervenire una risposta scritta con non eccessivo ritardo, ma siamo preoccupati per i tempi annunciati.

Nell’area ci sono infatti problemi rilevanti in merito alla visibilità delle strisce pedonali e per la condizione del manto stradale, che quotidianamente sono vissute con timore dalla cittadinanza. Leggi tutto “Oltre la retorica sulla sicurezza, si intervenga subito in via Marconi”

Una passerella per Langer: la Giunta ha già detto sì

“Il 22 giugno è stata votata una delibera per denominare il collegamento dell’Isolotto, anche come risposta alle petizioni lanciate sul nostro territorio”
da alexanderlanger.org

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Quando c’è volontà politica le soluzioni si trovano: lo diciamo senza polemica, anzi, con soddisfazione.

Abbiamo infatti visto la delibera con cui la Giunta ha già deciso il 22 giugno 2021 di accogliere l’indicazione data da una mozione ancora non votata dal Consiglio comunale, ma già discussa in commissione, dove il nostro gruppo ha condiviso e sottoscritto il testo proposto dal gruppo del Partito Democratico.

Si tratta dell’intitolazione ad Alexander Langer della Passerella dell’Isolotto, che risponde a raccolte firme lanciate in questi mesi, con centinaia di sottoscrizioni raccolte nel giro di pochi giorni.

Si tratta di un protagonista della vita politica europea, che ha attraversato la nuova sinistra e l’ecologismo del nostro paese, lasciando un segno profondo nella nostra città. Leggi tutto “Una passerella per Langer: la Giunta ha già detto sì”

Murate: dopo cinque anni, ancora nessuna soluzione

“La Giunta ci ha informato di aver previsto l’ipotesi di un pilomat ma di doverla probabilmente scartare per ragioni tecniche. Dato che il 20 luglio saranno cinque anni dalla prima risposta data alla sinistra, ci aspettiamo che per quella data una diversa soluzione sia trovata”


Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune
Giorgio Ridolfi e Francesco Torrigiani  – SPC quartiere 1

“Piazza Madonna della Neve e piazza delle Murate sarebbero pedonali: anzi rientrano in un’area di tipo A, “la più rigida tra quelle presenti in città”, per citare letteralmente la Giunta.

Perché sarebbero? Perché le parole che abbiamo ripreso sono del 2017, del 20 luglio, in risposta alla consigliera di Firenze Riparte a Sinistra, Donella Verdi: quindi siamo vicini all’anniversario dei cinque anni da un impegno non mantenuto.

Anzi, la situazione è significativamente peggiorata, nonostante vicino sia presente un presidio della Polizia Municipale. Il messaggio che passa è di violazione libera del diritto della cittadinanza di poter vivere degli spazi destinati alla socialità e a essere vissuti. Leggi tutto “Murate: dopo cinque anni, ancora nessuna soluzione”

Murate: tavolini al posto delle auto e le auto parcheggiate in zona pedonale?

“Nel 2017 la Giunta aveva promesso un intervento per risolvere il problema di piazza Madonna della Neve e dell’area pedonale nel complesso dell’ex carcere: la situazione è peggiorata in questi mesi, con la maggiore difficoltà a trovare posti in cui lasciare la macchina”


Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune
Giorgio Ridolfi e Francesco Torrigiani – SPC Quartiere 1

“Firenze Riparte a Sinistra, con la consigliera Donella Verdi, aveva sollevato il tema di piazza Madonna della Neve: un’area pedonale utilizzata spesso come parcheggio, rimuovendo i dissuasori che dovrebbero impedire l’accesso ai veicoli non autorizzati.

Le foto ricevute in queste settimane, confermate direttamente passando in zona, evidenziano il rinnovarsi del problema, aggravatosi con l’occupazione straordinaria di suolo pubblico, che ha ridotto i posti auto disponibili in città.

La popolazione residente si trova doppiamente penalizzata: da una parte non sa dove lasciare i propri mezzi, dall’altra si vede la pedonalizzazione dell’ex complesso carcerario delle Murate trasformato in un parcheggio, in cui si fa fatica a muoversi anche a piedi. Leggi tutto “Murate: tavolini al posto delle auto e le auto parcheggiate in zona pedonale?”

Torre degli Agli: il ritardo si misura in anni

“Dai 1.000 giorni annunciati da Renzi a un ritardo che ha accompagnato cinque assessorati: Firenze Riparte a Sinistra aveva denunciato nel 2016 l’assenza dei fondi necessari e il rischio di slittamento di tre anni. Le cose sono andate pure peggio, siamo nel 2021 e il Partito Democratico parla di rispetto dei tempi”
Foto di Ri Butov

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu -Sinistra Progetto Comune
Tommaso Grassi -Firenze Città Aperta

“Matteo Renzi aveva annunciato la grande novità per Torre degli Agli nell’aprile 2013: si parlava di 1.000 giorni per la realizzazione, ma nel 2016 Firenze Riparte a Sinistra denunciò come 15 milioni (su 20) non fossero disponibili, lasciando intravedere il rischio di un totale di sei anni per i lavori, che ormai sono stati ampiamente superati.

Ieri il gruppo del Partito Democratico e l’Assessora alla casa si sono fatti i complimenti a vicenda per il “rispetto dei tempi” di un cantiere che doveva essere finito anni e anni fa!

La pandemia Covid-19 non può essere una scusa da utilizzare su questa tematica.

La maggioranza dovrebbe chiedere scusa, anche perché stiamo parlando di emergenza abitativa, in anni di ulteriore aggravamento delle fragilità sociali. Leggi tutto “Torre degli Agli: il ritardo si misura in anni”