Torre degli Agli: il ritardo si misura in anni

“Dai 1.000 giorni annunciati da Renzi a un ritardo che ha accompagnato cinque assessorati: Firenze Riparte a Sinistra aveva denunciato nel 2016 l’assenza dei fondi necessari e il rischio di slittamento di tre anni. Le cose sono andate pure peggio, siamo nel 2021 e il Partito Democratico parla di rispetto dei tempi”
Foto di Ri Butov

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu -Sinistra Progetto Comune
Tommaso Grassi -Firenze Città Aperta

“Matteo Renzi aveva annunciato la grande novità per Torre degli Agli nell’aprile 2013: si parlava di 1.000 giorni per la realizzazione, ma nel 2016 Firenze Riparte a Sinistra denunciò come 15 milioni (su 20) non fossero disponibili, lasciando intravedere il rischio di un totale di sei anni per i lavori, che ormai sono stati ampiamente superati.

Ieri il gruppo del Partito Democratico e l’Assessora alla casa si sono fatti i complimenti a vicenda per il “rispetto dei tempi” di un cantiere che doveva essere finito anni e anni fa!

La pandemia Covid-19 non può essere una scusa da utilizzare su questa tematica.

La maggioranza dovrebbe chiedere scusa, anche perché stiamo parlando di emergenza abitativa, in anni di ulteriore aggravamento delle fragilità sociali. Leggi tutto “Torre degli Agli: il ritardo si misura in anni”

Casa Protetta: il PD di Palazzo Vecchio “contro” il Quartiere 1

“Dispiaciuti per il dibattito e il voto di ieri: si è detto che il progetto serve a poco, perché Firenze è una città sicura, ma poi la maggioranza ha votato secondo le posizioni delle destre”
Immagine da pixabay.com

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune
Francesco Torrigiani e Giorgio Ridolfi – SPC Quartiere 1

“Il suggerimento di un «forte ridimensionamento del progetto Casa Protetta» era arrivato in Palazzo Vecchio dal Quartiere 1, tra i pareri che hanno accompagnato il DUP nel 2020.

Abbiamo suggerito di accogliere questa posizione, con un ordine del giorno discusso durante il Consiglio comunale di ieri.

I soldi servono per le emergenze sociali e ci sono tante urgenze più prioritarie, rispetto agli incentivi per mettere delle grate alle finestre, o installare sistemi di videosorveglianza. Leggi tutto “Casa Protetta: il PD di Palazzo Vecchio “contro” il Quartiere 1”

Sgombero di via Baracca: dalla parte delle persone sgomberate

“Il Comune non può dire che non ha competenza: sono vite presenti sul suo territorio. Inutile piangere chi muore in mare se poi si lasciano allo sbando decine di esistenze”

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone, persone in piedi, motocicletta e strada


Antonella Bundu e Dmitrij Palagi di Sinistra Progetto Comune

“Ci uniamo alle parole di MEDU (Medici per i Diritti Umani), intervenuti oggi allo sgombero di via Baracca, rispetto alla denuncia di quanto avvenuto nella nostra città in queste ore.

Lo Stato ordina di togliere un tetto sopra la testa a intere famiglie e il Comune resta in silenzio, scarica ogni responsabilità e si limita a mitigare le conseguenze, offrendo soluzioni parziali, a meno persone che può e senza nessun orizzonte di medio periodo.

Come gruppo consiliare eravamo presenti anche in questa occasione, andata in scena nonostante il blocco degli sfratti di cui le istituzioni si riempiono la bocca. Leggi tutto “Sgombero di via Baracca: dalla parte delle persone sgomberate”

Servizi bibliotecari: essenziali ma allo sbando in vista del bando?

“L’assenza di personale colpisce anche i servizi bibliotecari, come quello della casa: oltre le dichiarazioni e gli annunci del Sindaco c’è la concretezza di un Comune in difficoltà, di cui dobbiamo prenderci cura”
Foto dal presidio di luglio 2020

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“A settembre scade la proroga dell’appalto dei servizi bibliotecari e archivistici: si tratta di un settore considerato essenziale dalla Giunta, o almeno così risulta dalle dichiarazioni rilasciate.

Però al momento non c’è nessuna figura dirigenziale per seguire i diversi passaggi: si tratta dell’ennesimo caso di un pensionamento ampiamente annunciato, per il quale non si è trovata soluzione per tempo.

Ad aggravare questa situazione c’è la decisione di Palazzo Vecchio di procedere all’assunzione di una figura esterna al Comune, che preoccupa, anche per la prospettiva di internalizzazione, di cui pure si è parlato nel recente passato. Leggi tutto “Servizi bibliotecari: essenziali ma allo sbando in vista del bando?”

Servizio casa: la denuncia delle RSU non giunge inattesa

“A lungo si è sottovalutata l’emergenza abitativa, trasformando il diritto alla casa in un diritto negato a troppe persone. Avevamo già chiesto conto alla Giunta del nuovo bando ERP e della riorganizzazione del servizio con il pensionamento della Dirigente”


Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Il 12 aprile avevamo chiesto conto alla Giunta di quali fossero le decisioni prese in vista del pensionamento della Dirigente del Servizio Casa. Ci era stato detto che era indelicato parlarne prima che questo avvenisse.

Oggi è arrivata una nota delle RSU del Comune di Firenze, in cui si denunciano le difficoltà dell’Ufficio, dovute alla mancanza di adeguati livelli occupazionali e all’insensato accorpamento alla Direzione Servizi Sociali, voluta dal precedente assessore (oggi consigliere regionale) e mai spiegata.

C’è un tema organizzativo, che penalizza un servizio importante, sulle spalle di chi lo deve garantire con il proprio lavoro. Il tutto in attesa che la Regione Toscana sblocchi il tanto atteso nuovo bando ERP, che abbiamo sempre chiesto fosse gestito con un investimento importante del nostro ente, anche in termini pratici. Leggi tutto “Servizio casa: la denuncia delle RSU non giunge inattesa”

Una città vetrina, sempre più vuota di persone residenti

È un testo troppo lungo, chiedo scusa a chi sceglierà di “impegnare” il suo tempo a leggerlo.

Grazie all’Associazione Progetto Firenze c’è stata ampia diffusione dei dati dell’ufficio statistica della Città di Firenze (oggi è sul Corriere Fiorentino, ma è uscita anche da un paio di giorni su StampToscana: https://www.stamptoscana.it/firenze-sempre-piu-vuota…/)

In questo ultimo anno abbiamo perso molta popolazione residente.

C’è un docente universitario che ha parlato di furia ideologica nel ritenere la cosa rilevante. La cosa sarebbe normale, secondo questa persona.
Cosa si dice essere normale? Che le persone giovani o le famiglie con figlie e figli preferiscano andarsene da un centro urbano.
Ci dice anche che l’unica speranza per il nostro futuro è l’immigrazione.
Interessante.

Leggi tutto “Una città vetrina, sempre più vuota di persone residenti”