Confindustria chieda scusa a chi con il suo lavoro garantisce il futuro del Paese

“È un buon inizio”, ha dichiarato il Nostro Sindaco, nell’augurare buon lavoro al nuovo Presidente di Confindustria.

Viste le dichiarazioni odierne di Maurizio Bigazzi, ci permettiamo esprimere forte preoccupazione.

È ora di rendere inaccettabile una cultura imprenditoriale – commentano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – che nega il valore del lavoro e disconosce l’impegno quotidiano di classi lavoratrice che in piena pandemia ci hanno garantito i servizi essenziali (e il profitto di una minoranza che si è arricchita anche durante la crisi).

Il nuovo Presidente si mette in scia con le gratuite provocazioni di Pietro Ichino e del Sindaco di Milano. Il gruppo dirigente di questo Paese – continuano gli esponenti di Sinistra Progetto Comune – si conferma inadeguato e inadatto a capire il lavoro che apre la Costituzione della Repubblica Italiana, ricostruita dalle macerie di una seconda guerra mondiale voluta dal fascismo e dalle classi imprenditoriali del Paese. Leggi tutto “Confindustria chieda scusa a chi con il suo lavoro garantisce il futuro del Paese”

Cambiano le commissioni, ma la musica è sempre la solita…

“Care fiorentine, cari fiorentini, ovunque voi siate nati, ma che avete fatto di questa città la vostra casa, che qui cercate di vivere la vostra vita, sappiate che ora come non mai è necessario per tutti voi, per tutti noi, cercare tutti insieme di riprendere il timone del nostro destino.

Ci hanno detto che Firenze non è in svendita. Che Firenze non ha un’economia sbilanciata. Che Firenze avrebbe magari anche più diritti di altre città, di altre comunità, perché è “patrimonio dell’umanità” per la sua incommensurabile eredità storica, artistica, culturale. E quindi che Firenze andava bene, benissimo, e ora va male, per colpa dell’influenza assassina, ma che qualche santo ci aiuterà…

Non siamo d’accordo, noi a Sinistra, per davvero, con questa visione dell’oggi – spiegano i consiglieri Antonella Bundu e Dmitrij Palagi – come non lo eravamo con quella di ieri. Noi non siamo contrari all’impresa come tale, perché anche quello dell’imprenditore può essere lavoro onesto che genera altro lavoro e benessere per sé e per i dipendenti, avendo poi ricadute positive sul territorio. Leggi tutto “Cambiano le commissioni, ma la musica è sempre la solita…”

AVR sotto sequestro per mafia: gestisce il contratto di Global Service a Firenze

Immagine da pxhere.com

“AVR S.p.A. è il gestore del contratto di gestione e manutenzione stradale del Comune di Firenze.

AVR S.p.A. è finita sotto sequestro per mafia e in amministrazione giudiziaria, apprendiamo dalla stampa, in queste ore.

AVR viene contestata da tempo nella vicina città di Pisa, per lavoro sottopagato e non sicuro, anche grazie alle denunce della sinistra di opposizione di quel comune (Una Città in Comune-Rifondazione Comunista).

Il sistema degli appalti in Italia è una vergogna, che garantisce cattivi servizi sulle spalle dei diritti e dei salari di chi lavora. È una verità – sottolineano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – che ricordiamo da anni anche a Firenze, con Firenze Riparte a Sinistra ieri e Sinistra Progetto Comune oggi. Leggi tutto “AVR sotto sequestro per mafia: gestisce il contratto di Global Service a Firenze”

La grande finanza ti mangia la casa

Foto di torbakhopper da flickr.com

Da qualche mese leggiamo finalmente su molti giornali della verità inconfessabile, quella che noi pochi irriducibili “sinistrorsi” denunciavamo solitari, come anche diceva la vera Sinistra, verde e rossa, in Europa, o gli economisti radicali americani. Oggi anche alcuni dei nostri avversari di ieri sono davanti alle macerie delle loro imprese, della loro politica folle e forse, speriamo, riflettono sui loro errori, quegli errori che oggi potrebbero farvi portare via da un giorno all’altro la casa o il negozio, che se andranno venduti all’asta.

Ma com’è stato possibile? Ma la casa all’asta non era roba da poveracci?
No bellezza, è il capitalismo selvaggio dei grandi investitori… Ed è stato possibile perché la politica cittadina degli ultimi dieci anni ha fatto di tutto per “attirare investimenti”, per “saltare la fila”, per “attrarre investimenti” (aeroporti? inceneritori?…) per essere “easy” e “smart”…
Così tante vecchie e nuove imprese – proseguono i consiglieri di Sinistra Progetto Comune – hanno pensato di aumentare il margine di profitto, ma sempre sul margine lavoravano, perché il vero business lo faceva la proprietà delle mura, che aumentava e aumentava gli affitti. E così i grandi investitori sono arrivati “soldi in mano” a comprare dai vecchi proprietari fiorentini. Leggi tutto “La grande finanza ti mangia la casa”

L’importante è lavorare, per i diritti c’è tempo?

Foto di Preus museum da wikimedia.org

Queste le dichiarazioni di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune


“Invitiamo la cittadinanza e le organizzazioni sindacali ad ascoltare il dibattito che si è svolto ieri attorno a due emendamenti presentati da Sinistra Progetto Comune, che chiedevano di tenere conto dei diritti delle classi lavoratrici in modo centrale.

La richiesta non era “nostra”, ma frutto di un ascolto delle preoccupazioni emerse nel corso della settimana precedente, in cui si è dibattuto della novità votata in Consiglio comunale ieri.

Lo sappiamo che il Comune di Firenze non ha specifiche competenze in termini di controllo del rispetto dei diritti di chi lavora, perché spetta ad altre Amministrazioni. Infatti abbiamo solo chiesto di non concedere più spazio pubblico gratuitamente e in modo straordinario a chi sfrutta a nero, o a chi fa uso improprio dei contratti di lavoro. Leggi tutto “L’importante è lavorare, per i diritti c’è tempo?”

Regolamento per le occupazioni di suolo pubblico: il nostro voto contrario

Questo l’intervento di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Un regolamento nato in fretta, corretto all’ultimo momento, dando per scontato che il Consiglio sia solo un luogo in cui si alza la mano per applaudire o contestare la Giunta. Una degenerazione che fa male alla città, il cui futuro merita partecipazione, coinvolgimento e ascolto. Non potevamo votare a favore di un atto disegnato senza attenzione a tutta la Città, come se si volesse solo ritornare ad attrarre livelli di overtourism insostenibili per la città e per l’ambiente.

Sul piano politico la Giunta ha scelto cosa e come accogliere rispetto ai quindici emendamenti presentati da Sinistra Progetto Comune (e ai dieci delle altre opposizioni). Superando il momento in cui il Consiglio deve esercitare le sue funzioni di controllo e indirizzo. Solo gli emendamenti che correggevano evidenti errori formali sono stati accettati.
Noi avevamo chiesto cose precise su alcune tematiche, per noi fondamentali. Leggi tutto “Regolamento per le occupazioni di suolo pubblico: il nostro voto contrario”