Parco di Novoli come un deserto? Perché è grande, ci risponde la Giunta…

Foto Harald Süpfle da wikimedia.org

Dmitrij Palagi, Consigliere comunale Sinistra Progetto Comune

Andrés Lasso, ambientalista, già candidato Sindaco a Firenze nel 2019

Paolo Degli Antoni, dottore forestale, Comitato Ex Fiat Belfiore-Marcello


Sulla stampa di ieri ha trovato spazio la vicenda dell’area verde di Novoli, sempre meno verde.

Qualche settimana fa, anche a seguito di una diffusa mobilitazione sui social, di denuncia sulle condizioni delle alberature del Parco di Novoli, era stata depositata un’interrogazione, rivolta al Comune di Firenze, da parte del gruppo consiliare Sinistra Progetto Comune.

Da poco sono arrivate le risposte. Parziali, incomplete e sconfortanti, se non deprimenti. Ci permettiamo di dare un giudizio preciso: mancano risorse, manca personale, non c’è adeguata attenzione alla manutenzione degli alberi (tanto poi i proclami si fanno sulle nuove piantumazioni…).

Overshoot Day 2020

Dettaglio di un’immagina pubblicata sulla pagina Facebook “Chi ha paura del buio?” (@NextSolarStorm)

Oggi è il giorno in cui abbiamo consumato tutte le risorse ecologiche che il pianeta poteva fornirci in questo 2020. Si chiama Overshoot Day. Mancano ancora 131 giorni alla fine dell’anno, ma se non fosse stato per la pandemia sarebbe andata peggio (l’anno scorso è toccato al 29 luglio questo titolo).

Per citare Francesco Gesualdi (su Avvenire, qui): «Il mondo è al bivio fra avidità e sicurezza. Gli spazi per perseguire entrambi si sono ormai esauriti».

L’unico modo per salvaguardare il mondo in cui viviamo è sperare in una pandemia? Sarebbe folle auspicarlo. Succede nei film di azione, dove ci sono gli scienziati pazzi che lavorano per decimare l’umanità, al fine di garantirle un futuro. Nella realtà però gli agenti impersonati da Tom Cruise o Daniel Craig dovrebbero lavorare esattamente sul fronte opposto. Non preservare l’esistente da chi vuol annientare il futuro dell’umanità, ma preservare il futuro dell’umanità garantendo il superamento dell’esistente. Leggi tutto “Overshoot Day 2020”

Ambiente, lavoro, dignità delle persone: perché dividere quel che va unito?

Dettaglio dalla copertina del libro di Giorgio Nebbia edito da Andrea Pacilli Editore

Il 20 agosto sono ricorsi due anni dal primo sciopero delle scuole contro il cambiamento climatico. Lo hanno ricordato Greta Thunberg, Luisa Neubauer, Anuna De Wever e Adélaide Charlier, in un articolo tradotto e pubblicato da la Repubblica nella giornata di ieri (purtroppo non si legge se non a pagamento… ma il link è qui).

Come ricorda Jaap Tielbeke sull’ultimo numero di Internazionale, che al tempo del “mito del consumatore verde” ha dedicato la copertina (qui), il successo della mobilitazione dei Fridays For Future è stata oggetto di critiche e giudizi ironici. «Quanto diecimila studenti sono scesi in piazza a manifestare per il clima, alcuni commentatori cinici si sono scagliati contro di loro. I manifestanti volevano solo saltare la scuola, dicevano. Se davvero fossero stati preoccupati per il clima poi non sarebbero andati da Burger King». Leggi tutto “Ambiente, lavoro, dignità delle persone: perché dividere quel che va unito?”

Parco di Mantignano: verso dieci anni di abbandono, la Giunta può farcela!

Foto da pexels.com

Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – consigliere e consigliera comunale di Sinistra Progetto Comune

Filippo Zolesi – consigliere del Quartiere 4 SPC

Donella Verdi – Sinistra Italiana Firenze


In Consiglio comunale, a luglio, la maggioranza ha bocciato una mozione di Sinistra Progetto Comune, con cui si chiedeva all’Amministrazione di impegnarsi per una rapida apertura del Parco di Mantignano. L’area versa infatti in una condizione di abbandono, con rifiuti sparsi che non vengono tolti. Il tutto è aggravato dalla presenza di un impianto di potabilizzazione di Publiacqua, privo di un presidio che ne garantisca la sicurezza in presenza 24 ore su 24, “difeso” da sole due telecamere presso gli ingressi principali  e in cui si evidenziano vandalizzazioni alla recinzione e ad una struttura all’interno.

Dopo la bocciatura della nostra richiesta, abbiamo chiesto conto alla Giunta dei tempi per il completamento dei lavori per il Parco di Mantignano. Se va tutto bene entro fine anno verranno approvati i progetti, che andrebbero poi a gara nel 2021… insomma con un piccolo sforzo l’Amministrazione può davvero puntare ai dieci anni dalla prima inaugurazione, nel 2002, con Matteo Renzi Sindaco… Nel 2012 una nuova cerimonia!

Leggi tutto “Parco di Mantignano: verso dieci anni di abbandono, la Giunta può farcela!”

Incendio della Silo SPA a San Bartolo a Cintoia: prosegue la preoccupazione

Immagine da un video pubblicato su vigilfuoco.tv

L’interrogazione depositata cliccando qui.


Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Consigliere e consigliera comunale di Sinistra Progetto Comune
Filippo Zolesi – Consigliere al Quartiere 4 SPC
Vincenzo Pizzolo – Consigliere al Quartiere 5 SPC
Donella Verdi – Sinistra Italiana


Sono passati ormai diversi giorni dall’incendio dell’11 agosto che ha interessato lo stabilimento della Silo SpA, che produce oli e acidi grassi. Le fiamme avrebbero interessato depositi di materiali lavorati e finiti. I pesci di Greve e Arno continuano a morire e ci sono giunte anche segnalazioni fotografiche di alcuni uccelli deceduti. ARPAT prosegue negli accertamenti e ieri la Giunta ha emanato una seconda ordinanza, che integra quella del 13, perché si protrae, evidentemente, una situazione di forte preoccupazione.
Occorrono la massima chiarezza e puntualità, nei confronti della cittadinanza, del Consiglio comunale e di quelli dei quartieri 4 e 5. Anche perché sembrerebbe chiaro che la pulizia dei fiumi e degli argini non sarà per il momento completa: solo parte del materiale sarà rimosso mentre il restante verrebbe solo coperto, in attesa di una futura rimozione.

Leggi tutto “Incendio della Silo SPA a San Bartolo a Cintoia: prosegue la preoccupazione”

Marx, lavoro, ambiente e giornalismo

“Marx ha finito le risposte”, titola la Repubblica, in un’intervista un po’ confusa a Donald Sasson, che tanti studi interessanti ha portato avanti sul socialismo.

In realtà l’unica affermazione che offre il fianco a questo sensazionalismo è quella in cui dice che la sostenibilità ambientale è la contraddizione del capitalismo di oggi e non più la lotta di classe (come se si escludessero tra loro le due questioni).

Ricordo un’iniziativa di non molto tempo fa, in Palazzo Vecchio, in cui eravamo riusciti, umilmente, ad evidenziare la necessità di tenere insieme sfruttamento del pianeta e delle persone (maggiori informazioni qui).

Comunque il punto è che Marx non è una bocca della verità per turisti, in cui infili due euro per ottenere una risposta. Non finisce le risposte. Se interrogato, sedute spiritiche a parte, temo proprio non risponda. Leggi tutto “Marx, lavoro, ambiente e giornalismo”