Ministra dell’Interno in Palazzo Vecchio, presidio no CPR davanti

“Abbiamo depositato una mozione condivisa con altri gruppi consiliari della sinistra presenti nei comuni della Toscana, per chiarire il no a ogni ipotesi di strutture sul nostro territorio”


Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Abbiamo già fatto capire che la sinistra, nei comuni della Toscana, è pronta a prevenire ogni ipotesi di Centri di permanenza per i rimpatri (CPR): sono indiscrezioni uscite sulla stampa, legate a una volontà che avrebbe espresso la Ministra dell’Interno.

A Firenze il Sindaco ha più volte espresso di non essere contrario a vedere queste strutture sul nostro territorio, nonostante siano luoghi che il Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà ha chiarito essere ingiusti, inefficaci e pericolosi.

Le persone vengono punite e detenute perché esistono, dovendo dimostrare di avere diritto all’asilo e alla propria vita a posteriori. Leggi tutto “Ministra dell’Interno in Palazzo Vecchio, presidio no CPR davanti”

CPR a Firenze: assente Assessora ma settimana prossima presidio

“Annunciata una mobilitazione della cittadinanza antifascista e antirazzista, per la difesa dei diritti umani, in occasione del passaggio della Ministra dell’Interno dalla nostra città, sarà l’occasione per ribadire un chiaro no a ogni ipotesi di CPR sul nostro territorio”
Foto di Michael Gaida

Antonella Bundu e Dmitrij Palagi – Sinistra Progetto Comune

“Nessun CPR in Toscana: non ci bastano le dichiarazioni della Regione Toscana, vogliamo una chiara presa di posizione a tutti i livelli istituzionali e una netta trasparenza a livello politico.

Per questo avevamo depositato una domanda di attualità per la seduta di oggi, ma l’Assessora comunale era assente per altri impegni. Leggi tutto “CPR a Firenze: assente Assessora ma settimana prossima presidio”

Centro per i rimpatri? La Toscana dica no

“Pericolosa l’indiscrezione che vede la nostra Regione interessata da nuove ipotesi di CPR. La sinistra si organizzerà con determinazione per impedirli”
Foto di Michael Gaida

Antonella Bundu e Dmitrij Palagi (Sinistra Progetto Comune Firenze)
Francesco Auletta (Pisa possibile – Una Città in Comune – Rifondazione Comunista)
Marco Bruciati e Valentina Barale (Buongiorno Livorno)
Aurora Trotta (Potere al Popolo Livorno)
Enrico Carpini (Territori Beni Comuni Città Metropolitana di Firenze)
Beatrice Cioni e Leonardo Masi (Buongiorno Empoli / Fabrica Comune)
Lorenzo Ballerini (Campi a Sinistra)

“In questi anni si sono susseguite le denunce sulle condizioni di disumanità che le persone sono costrette a subire nei centri per i rimpatri, il nuovo nome con cui vengono chiamate le strutture in cui si privano di libertà le persone colpevoli di esistere.

Se fino ad ora, grazie ad una mobilitazione costante, siamo riusciti in Toscana a rigettare il modello repressivo di detenzione in relazione ai cosiddetti flussi migratori, ecco che sulla stampa di oggi escono indiscrezioni sull’operato delle Prefetture toscane con i sindaci dei nostri territori.

I CPR violano i diritti umani e la Costituzione perché privano della libertà persone che non hanno commesso nessun reato, ma sono semplicemente privi di permesso di soggiorno.

I rapporti pubblicati nel corso degli anni dalla campagna nazionale “Lasciateci entrare” parlano chiaro: le condizioni di vita all’interno di questi centri di detenzione sono indegni di uno Stato democratico. Leggi tutto “Centro per i rimpatri? La Toscana dica no”

Code in questura: oscenità istituzionale

“Preoccupati per il protrarsi di una situazione già segnalata dalla cittadinanza e che oggi ha trovato spazio anche sulla stampa. Lunedì domanda di attualità in Consiglio comunale”
Da Google Maps

Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Sulla stampa di oggi è riportata la notizia delle continue code a cui le istituzioni costringono centinaia di persone, in una situazione assurda e inaccettabile, specialmente durante una pandemia.

Le pratiche dei permessi di soggiorno costringono una parte di umanità presente sul nostro territorio a subire procedure umilianti, per ore in coda, all’aperto, senza possibilità di andare in bagno. Alla base di questa situazione ci sarebbe la sospensione di un sistema di prenotazione on-line.

La cittadinanza e l’associazionismo è da molto che sollevano il tema, mentre non ci risulta nessuna presa di posizione del nostro Comune: immaginiamo che non voglia nascondersi dietro ad argomentazioni legate agli ambiti di competenza. Quello che sta avvenendo è sul nostro territorio e Palazzo Vecchio fa parte del sistema istituzionale pubblico, quindi diamo per scontato che si sia attivato per risolvere il prima possibile una situazione davvero insostenibile.

Leggi tutto “Code in questura: oscenità istituzionale”

La cittadinanza non può essere negata

“Contro ogni principio discriminatorio, parere favorevole questa mattina su una proposta che chiede di fermare ogni ritiro della cittadinanza, una pratica ritenuta anticostituzionale”
Immagine da pixabay.com

Antonella Bundu e Dmitrij Palagi – Sinistra Progetto Comune

“Due persone sbagliano. A una viene tolta la cittadinanza, all’altra no. Per quale ragione?

Chi partecipa a una guerra contro lo Stato italiano o accetta incarichi in altri governi può vedersela ripristinata, mentre chi nasce nel nostro Paese ma ottiene la cittadinanza in un secondo momento finisce per non poterla più avere.

Si tratta di una situazione assurda e ingiusta, che viola i principi costituzionali e condanna numerose persone a un evidente rischio di rimanere apolidi, inesistenti.

Non solo: è una violazione del diritto internazionale, con l’Italia impegnata a subordinarlo alla propria azione legislativa, ignorando accordi che pure ha sottoscritto.

Neanche la rivisitazione dei cosiddetti decreti sicurezza ha sollevato il tema, ma si tratta di un principio da stralciare. Leggi tutto “La cittadinanza non può essere negata”

Grave la solidarietà espressa ai raid israeliani

“Noi sabato saremo in piazza, alle 16.00, per un presidio da tempo lanciato da Firenze per la Palestina, per ricordare Al Nakba e il 15 maggio 1948”


Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Di fronte a una guerra e alla violenza sarebbe bene mettere da parte qualsiasi logica da tifoseria.

Ci sembra di leggere nelle dichiarazioni del consigliere Cocollini la volontà di affermare la propria lealtà al governo di Israele e alle sue relazioni diplomatiche nel mondo, piuttosto che restare nel merito del sangue che viene versato in queste drammatiche ore.

Ci può essere giustizia senza pace? Sicuramente no.

Pensiamo sia sbagliato raccontare lo scontro in corso ad Al-Quds / Gerusalemme come un conflitto tra due stati: il popolo palestinese è infatti privo di un vero e proprio paese, dato che si vede negata la possibilità di vivere nelle proprie case, ritrovandosi in un carcere a cielo aperto, qual è Gaza. Leggi tutto “Grave la solidarietà espressa ai raid israeliani”