Lo stupro non si assolve

“Appuntamento davanti al Palazzo di Giustizia, domani alle 9,30, lanciato da “Non Una di Meno”, per una vicenda che evidenzia l’importanza di denunciare la violenza di genere nelle nostre società”

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone e il seguente testo "7 APRILE ALLE 9:30 NONUNDIMENOFIRENZE #lostuprononsiassolve AL TRIBUNALE DI FIRENZE PER MARTINA ROSSI E PER TUTTE"


 Antonella Bundu e Dmitrij Palagi – Sinistra Progetto Comune

“Domani, mercoledì 7 aprile, “Non Una di Meno” sarà davanti al Palazzo di Giustizia per chiedere di ricordare che “Lo stupro non si assolve”.

Si terrà una nuova seduta della Corte di Appello per la vicenda di Martina Rossi, dopo che la Corte di Cassazione ha giudicato inaccettabile la sentenza precedente.

Il 3 agosto 2011 la donna è morta e, tra le cause plausibili, c’è quella di fuga da un’aggressione sessuale. Questa ipotesi però è scomparsa nell’ultimo passaggio nei tribunali, che poi è stato annullato, riportando la vicenda in aula. Leggi tutto “Lo stupro non si assolve”

Strage di Viareggio: oneri inaccettabili per i Rappresentanti

“Inaccettabile che in una Repubblica fondata sul lavoro si punisca chi agisce per l’interesse della collettività, mentre le stragi restano costantemente prive di colpevoli”
Foto dal Presidio del 15 gennaio 2021

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Sei Rappresentanti per la Sicurezza sul Lavoro sono stati “puniti” per essersi costituiti come parte civile nel processo per la strage di Viareggio.

Nei tribunali si è ribaltato quanto deciso nel 2018 e scelto di non applicare il testo unico sulla sicurezza sul lavoro, con le relative aggravanti. Questo ha portato alla richiesta di 80.000 euro di spese legali richieste a carico di singole persone che hanno agito per il bene comune.

Le 32 vittime di quel 29 giugno 2009 attendono ancora verità e giustizia, mentre in Ferrovie dello Stato i licenziamenti continuano ad arrivare a chi osa impegnarsi pubblicamente per evitare incidenti e disastri.

Il messaggio politico è chiaro: si deve stare in silenzio e accettare quanto accade in società sempre più inique. Leggi tutto “Strage di Viareggio: oneri inaccettabili per i Rappresentanti”

Paragonare l’olocausto alla crisi economica è indecente

“A qualche ora di distanza dalla seduta di lunedì riteniamo necessario sottolineare l’inaccettabilità di alcune dichiarazioni, che offendono le vittime della barbarie nazifascista e lo sforzo per evitare la banalizzazione della storia”
Memoriale italiano di Auschwitz

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

«Abbiamo perso la sovranità monetaria. […] Ci sarà un’estinzione, un olocausto delle attività commerciali».

“Ecco che per un Consigliere della Lega la storia può essere banalizzata, accostando l’estinzione programmata dalla barbarie nazifascista con i difficili tempi di pandemia in cui stiamo vivendo.

Lo stesso esponente di Palazzo Vecchio, poco prima, aveva paragonato gli attacchi ai manifesti “pro-life” alle aggressioni subite dalle vittime del fascismo. Leggi tutto “Paragonare l’olocausto alla crisi economica è indecente”

Il Comune penalizza la solidarietà, ma promuove welfare aziendale?

“Invece che le mani nella marmellata, le hanno messe nella teglia? Se non fosse che forse c’è una denuncia sindacale dopo una tragedia, la battuta potrebbe starci”
Foto di Gerd Altmann

Dmitrij Palagi – Sinistra Progetto Comune

“Lo scorso anno sono avvenuti due eventi luttuosi che hanno coinvolto due dipendenti e le loro famiglie, quando sono venuti a mancare il dipendente Carlo De Napoli e il marito della dipendente Annalisa Teglia.

I colleghi e le colleghe hanno quindi dato vita ad una raccolta benefica di ore lavorative, il cui corrispettivo economico, come avvenuto in casi precedenti, avrebbe dovuto essere devoluto alle famiglie dei dipendenti, nelle quali ci sono anche minorenni.

Metà del corrispettivo-ore raccolte è stato quindi subito corrisposto alla famiglia del dipendente De Napoli, prelevando dai colleghi donatori nella busta paga di febbraio quanto donato con la dicitura “Insieme per Carlo”.

Abbiamo però letto con sconcerto quanto appreso dal comunicato della R.S.U., Rappresentanza Sindacale Unitaria del Comune di Firenze, del 29.03.2021: la mancata contemporanea devoluzione a favore della famiglia della dipendente Annalisa Teglia, nonostante la raccolta fosse unica, per motivi fino a questo momento non chiaramente esplicitati né dalla Direzione Polizia Municipale, né dalla Direzione Risorse Umane. Leggi tutto “Il Comune penalizza la solidarietà, ma promuove welfare aziendale?”

Per Idy Diene: chiediamo la targa su Ponte Vespucci

“Nessuna soluzione per l’apposizione della targa istituzionale su Ponte Vespucci. Non lo accettiamo e rilanciamo le ragioni della raccolta firme lanciata su www.firenzesolidale.it”

“Una legge di epoca fascista non può essere la ragione per giustificare l’inadempienza di Sindaco e Giunta rispetto a una richiesta votata due volte dall’intero Consiglio comunale di Firenze.

Dopo tre anni dall’uccisione di Idy Diene su Ponte Vespucci il Comune di Firenze ha realizzato due targhe. La prima – spiegano i consiglieri di Sinistra Progetto comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu –  risulta bloccata nei depositi degli uffici perché si è chiesto un’autorizzazione che la Prefettura di Firenze non vuole dare, per via della regola che stabilisce l’obbligo di aspettare dieci anni dalla morte della persona (ma sono previste possibilità di deroga). La seconda, senza il nome di Idy Diene, è stato deciso di apporla in Palazzo Vecchio, invece che sul ponte, al fianco di quella già presente, realizzata e collocata dall’associazionismo e dalla cittadinanza antirazzista. Leggi tutto “Per Idy Diene: chiediamo la targa su Ponte Vespucci”

Monumento Caduti di Pian D’Albero: ancora problemi

“Da diversi anni la sinistra di opposizione chiede che si completi la realizzazione dei lavori in piazza Elia della Costa. Chiediamo che si arrivi a conclusione il prima possibile, coinvolgendo ovviamente la cittadinanza e la sezione locale dell’ANPI”
75° Celebrazione dei Caduti di Pian d'Albero del 20 giugno 1944 | Quartieri
Foto da comune.fi.it, giugno 2019

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune
Luigi Casamento – Sinistra Progetto Comune Quartiere 2
Giovanna Sesti – Firenze Riparte a Sinistra

“Purtroppo è necessario ritornare ancora una volta sul Monumento ai Caduti di Pian d’Albero.

In piazza Elia Dalla Costa è presente un importante spazio, in cui si ricorda la tragedia del nazifascismo, come necessario che sia in una città medaglia d’oro per la Resistenza. Ha subito un atto di vandalismo a cui il Quartiere e il Comune hanno risposto, anche dopo una nostra segnalazione.

Oggi torniamo a chiedere una maggiore attenzione da parte del governo della città. Infatti la realizzazione della bordura perimetrale con l’allacciamento idrico ci risulta non funzionare. Leggi tutto “Monumento Caduti di Pian D’Albero: ancora problemi”