Stamattina si è condannata la ricerca storica in Palazzo Vecchio

“La Lega ha proposto un atto con cui contestare un’iniziativa pubblica in cui figure autorevoli avevano parlato di foibe, trovando il sostegno del Partito Democratico: dopo l’invito di un esponente dell’estrema destra ecco un altro inquietante segnale arrivare dal Comune di Firenze”


Qui il link all’iniziativa incriminata.


Dmitrij Palagi e Antonella Bundu -Sinistra Progetto Comune 

“Dispiace sapere che un atto “ad personam” abbia ricevuto oggi consenso quasi unanime, in Commissione 7: la Lega ha ascoltato e visto un’iniziativa pubblica, organizzata sul tema delle foibe.

Partecipavano una storica (Alessandra Kersevan) e uno storico (Eric Gobetti), oltre al Segretario nazionale di Rifondazione Comunista e al consigliere comunale Dmitrij Palagi, nella qualità di responsabile cultura e formazione del PRC. Si parla esplicitamente dell’evento pubblico del 10 marzo 2021, anche se il Partito Democratico ha voluto togliere il riferimento al cognome Palagi.

Quello che rappresenta la mozione è un meccanismo di trascrizione di parte delle affermazioni di un evento pubblico, che mette in discussione – senza titolo – gli studi e le ricerche facilmente rintracciabili nelle librerie. Leggi tutto “Stamattina si è condannata la ricerca storica in Palazzo Vecchio”

Un giorno in cui ricordare i crimini del colonialismo italiano

“Depositata una risoluzione per superare il mito tossico degli italiani brava gente e riconoscere i crimini portati avanti dal nostro Paese anche prima del fascismo”
Asmara,1935 – Foto di Sauro Imola da wikimedia.org

Il testo della risoluzione depositata cliccando qui.


Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Una pericolosa riscrittura della storia sta andando avanti nel nostro Paese da troppo tempo. L’anno prossimo sarà il centenario dalla Marcia su Roma: crediamo sia importante arrivarci con un’azione nazionale che istituisca una giornata in cui la Repubblica ricordi i crimini portati avanti dall’Italia nel secolo scorso nelle colonie, volute ancora prima dell’avvento del fascismo. Le responsabilità riguardano i governi Crispi, Giolitti e Mussolini, oltre alla monarchia sabauda. Parliamo di stragi protratte anche per anni, di resistenze troppo spesso dimenticate, a partire da quella dell’Etiopia, o censurate, come nel caso di quella libica, anche nel secondo dopoguerra.

Leggi tutto “Un giorno in cui ricordare i crimini del colonialismo italiano”

Renzi e Nardella screditano il Rinascimento

Dalla pagina Facebook @darionardella

Questa la nota rilasciata dall’Associazione Firenze Città Aperta

«Originale e copia vengono da Firenze, ma hanno la passione per monarchie petrolifere del golfo Arabo, ricche di miliardi e di violazione dei diritti umani. Uno – Matteo Renzi – ha conquistato l’Arabia indicata come “culla del nuovo Rinascimento”, l’altro – Dario Nardella – gli Emirati Arabi e Dubai, indicata come sede della “nuova scuola del Rinascimento”. Entrambi sfruttano Firenze e la sua storia, dal Medioevo al Rinascimento, legati da una grande passione per la ricchezza. Dopo avere messo sul mercato internazionale la Firenze rinascimentale vorrebbero esportarla tra sultani sanguinari e grattacieli oscuri. Leggi tutto “Renzi e Nardella screditano il Rinascimento”

Anche questo 25 aprile l’estrema destra a Trespiano, impunemente

“Nel 2019 avevamo ottenuto un’ampia maggioranza nel chiedere al Sindaco di impedire celebrazioni revisioniste e di chiaro stampo nostalgico anticostituzionale. Non una parola da allora è stata espressa ed è già annunciato un appuntamento anche in questo 2021”


“Quante parole si pronunceranno domani sull’antifascismo e la resistenza? Tante.

Mentre a Trespiano però le estreme destre di daranno il consueto appuntamento revisionista, con cui insultare le partigiane e i partigiani d’Italia. Con cui – aggiungono i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – recheranno offesa al sacrificio di chi riscattò la storia del nostro Paese dalla viltà a cui ci avevano condannato monarchia e fascismo.

Un sistema di potere coloniale che usò l’ascesa di Mussolini per schiacciare la lotta delle classi lavoratrici e reprimere ogni forma di libertà. Questa è stata “l’Italia del Duce”. Camere del Lavoro bruciate, esperienze di mutualismo soffocate nel sangue, leggi razziste e la drammatica esperienza della seconda guerra mondiale, dalla parte di chi ha sistematicamente perseguito lo sterminio di una parte dell’umanità. Leggi tutto “Anche questo 25 aprile l’estrema destra a Trespiano, impunemente”

Targa per Giovanni Gentile: evitiamo il revisionismo

“Confidiamo che la Giunta e la maggioranza vogliano evitare di recare offesa alla memoria di Firenze, proprio a ridosso del centenario della Marcia su Roma”
Immagine da fb di Rifondazione Comunista Firenze

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Questo 2021 ricorrono i 100 anni dall’omicidio di Spartaco Lavagnini e dagli episodi di resistenza alle prime aggressioni del fascismo italiano. Nel 2022 cadrà invece il centenario della Marcia su Roma.

Esprimiamo forte preoccupazione per il clima che si respira nel Paese, dove l’anticomunismo del Giorno del Ricordo sembra aver sostituito la memoria della Resistenza in una parte non marginale del sistema politico e istituzionale, disconoscendo le peculiarità della storia del nostro Paese.

Riteniamo irricevibile la provocazione di Fratelli d’Italia in merito alla richiesta di apporre una targa per Giovanni Gentile, la cui figura è centrale per quelle che sono tra le pagine più oscure della storia italiana.  La scelta delle parole dei consiglieri comunali della destra, in particolare del passaggio in cui scrivono di un “gruppetto di gappisti che lo colpì a sangue freddo”, denota una chiara lettura storica, ostile alla storia partigiana. Leggi tutto “Targa per Giovanni Gentile: evitiamo il revisionismo”