Villa Favard_ i bagni non hanno problemi secondo la Giunta?

“Risposta a una nostra interrogazione che liquida il tema dei servizi igienici nel parco, affermando di non aver ricevuto lamentele dalla cittadinanza”
Foto da fondoambiente.it

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune
Lorenzo Palandri – SPC quartiere 2

“Sul parco di Villa Favard continuiamo a tenere alta l’attenzione, grazie alla cittadinanza e alle realtà che con il volontariato si prendono cura dell’area.

Preso atto del furto dei leoni in marmo, non possiamo accettare che si liquidi il problema dei bagni presenti nell’area, che ci risultano essere spesso chiusi e comunque in condizioni che creano disagio alle persone. Leggi tutto “Villa Favard_ i bagni non hanno problemi secondo la Giunta?”

Santo Spirito: il Sindaco persevera, anche nel ridicolo

“In questi giorni depositeremo al Quartiere e in Comune proposte concrete che ripetiamo da mesi e che proviamo a sintetizzare, guardando a tutta la città”

spirito


Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune
Giorgio Ridolfi e Francesco Torrigiani -SPC Q1

“Vicesindaca assente durante il Consiglio comunale di oggi, quindi niente domanda di attualità per il nostro gruppo consiliare.

In compenso abbiamo ascoltato le dichiarazioni del Sindaco, che non ha senso dell’ironia e del ridicolo: lo diciamo con il massimo rispetto, ma quella corda è una provocazione, un’istigazione alla ribellione, percepita come criminalizzazione di un’intera parte della città.

La retorica della legalità e del decoro non è la soluzione.

“Ma quindi cosa proponete?” scandisce a voce alta il Partito Democratico (o almeno la sua parte “governativa”): basterebbe averci ascoltato in questi mesi, ma per praticità riassumiamo quanto avanzeremo con mozioni in corso di deposito in queste ore. Leggi tutto “Santo Spirito: il Sindaco persevera, anche nel ridicolo”

Cimiteri comunali: in mancanza di personale toccherà morire meno?

“Orari ridotti di apertura e attività limitate all’essenziale: la Giunta ammette i problemi, ma non è chiaro perché non si prevedano nuovi concorsi. Si va verso una nuova esternalizzazione?”
Foto da ilreporter.it

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Ci preoccupa la risposta ricevuta a una nostra interrogazione sui servizi cimiteriali: la Giunta ammette di aver dovuto ridurre l’apertura dei cimiteri, limitando all’essenziale le attività del Comune di Firenze, per assenza di personale.

Non parla però di nuovi concorsi e nello scrivere del superamento di un sistema misto intravediamo la prospettiva di un ritorno alla pratica dell’esternalizzazione.

Tra ottobre 2020 e il 2021 sono andati in pensione cinque dipendenti, che hanno portato il “fabbisogno” a 14 unità da trovare, stando a quanto ci ha scritto l’Assessore.

Le 60 persone, dipendenti comunali, che hanno scritto nelle scorse settimane una lettera al Comune, non hanno quindi ricevuto una risposta chiara e non viene meno la preoccupazione espressa dall’organizzazione sindacale USB su questa tematica. Leggi tutto “Cimiteri comunali: in mancanza di personale toccherà morire meno?”

Santo Spirito: una finta soluzione che ferisce la città

“Dalle immagini che si stanno vedendo in queste ore arriva un messaggio terribile per il modo stesso di pensare la città: un intervento che non avrà alcun ruolo nel risolvere i problemi che hanno causato le proteste di questi anni”


Francesco Torrigiani, Giorgio Ridolfi – SPC Quartiere 1
Antonella Bundu, Dmitrij Palagi – Sinistra Progetto Comune

“La cordonatura del sagrato di Santo Spirito sembra quasi peggio della cancellata, con quelle piattaforme in cemento armato appoggiate sopra. La si sta rendendo una piazza ormai molto diversa da quella a cui siamo abituatə, senza che i problemi siano destinati a essere risolti.

Quattro panchine di numero, ovvero appena 12 posti dove potersi sedere liberamente, magari a mangiarsi un gelato. Il resto sono centinaia di sedie e tavolini tra cui si fatica a passare, specialmente se si è in condizioni di fragilità o si hanno difficoltà motorie.

Chiaramente nessun bagno pubblico gratuito e nessun investimento su nuovi bagni in generale è stato previsto. Basta “privare” la cittadinanza del sagrato, secondo la Giunta.

Questa è oggi Piazza Santo Spirito, quella della “cittadinanza temporanea”, con cui far tornare le residenze in centro. 100.000 euro per corde e cemento, continui investimenti in telecamere, ma nessun investimento sui servizi igienici. Leggi tutto “Santo Spirito: una finta soluzione che ferisce la città”

Sfalci: il Comune chiede aumento della TARI per farne di più

“Nel 2019 si giustificò l’aumento della Tari proprio per permettere più numerosi tagli dell’erba: da due interventi a sei. Il caos di questi giorni è surreale”


Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“È vero che a fine 2020 è venuto fuori del contenzioso tra ALIA e Ato Toscana Centro, con un nuovo calcolo da cui dovrebbe conseguire un ulteriore aumento significativo della TARI, ma occorre fare un passo indietro.

Nel 2019 si era già stabilito un aumento del 6%, che come gruppo consiliare avevamo contestato e ritenuto non chiaro: tra le giustificazioni c’era l’aumento del numero di sfalci, a costi significativi, almeno da due a sei l’anno.

Tra le varie segnalazioni ricevute in questi giorni ci sono anche interventi non coordinati tra gli enti, con il Comune che interviene in mezzo alle strade, ma non ai bordi (che è di competenza della partecipata). Leggi tutto “Sfalci: il Comune chiede aumento della TARI per farne di più”

Si scrive nuova società pubblica, si legge contro il referendum

“Nessuno dei nostri emendamenti e ordini del giorni è stato accolto, nell’ambiguità del Partito Democratico si legge la chiara volontà di creare una multiutility con cui continuare a fare profitto sui servizi e i bisogni delle persone”
da regionieambiente.it

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu -Sinistra Progetto Comune

“Oggi non si è votato per rafforzare il pubblico, si è data più autonomia a chi governa, togliendo strumento ai consigli e restringendo i margini della democrazia, partendo da quel bene comune su cui la cittadinanza si è espressa dieci anni fa con un referendum: l’acqua.

Il Partito Democratico racconta che stiamo parlando di altro, ma è evidente che è solo un modo per rimandare le questioni il più possibile, per poi porre il territorio di fronte a un’operazione compiuta.

Magra soddisfazione è aver costretto la maggioranza a uscire dalle ambiguità, anche se la comunicazione ufficiale andrà in una direzione di fumose prospettive, con cui si vuole avere la possibilità di continuare a trarre dividendi dai beni. Leggi tutto “Si scrive nuova società pubblica, si legge contro il referendum”