Fiorentina e stadio: una sconfitta del Sindaco di Firenze

Foto di “lauren” da wikipedia.org

Questo l’intervento di Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Comune di Firenze (Sinistra Progetto Comune), Lorenzo Ballerini – Comune di Campi Bisenzio (Campi a Sinistra), Enrico Carpini – Città Metropolitana di Firenze (Territori Beni Comuni), Lorenzo Palandri, Francesco Gengaroli – Quartiere 2 di Firenze (Sinistra Progetto Comune), Vincenzo Pizzolo – Quartiere 5 di Firenze (Sinistra Progetto Comune)


“Le nostre ultime comunicazioni davano forse troppe cose per scontato o erano male impostate: in ogni modo dobbiamo prendere atto che sono state fraintese. La conferenza stampa del Sindaco del Comune di Firenze ci offre l’opportunità di chiarirle.

La Fiorentina è la squadra di Firenze, emotivamente, storicamente e simbolicamente. Rimane però una realtà in mano a una proprietà privata. Non sta alla politica giudicare le decisioni della proprietà viola. Se verrà deciso di portare la squadra fuori da Firenze e le tifoserie hanno scelto di attestare la loro vicinanza anche nel caso di questa ipotesi, commenteremo questa vicenda da tifosi, fuori dal nostro ruolo istituzionale. Chi investe i propri soldi sceglie come farlo, nel rispetto delle normative e delle leggi, ma con piena libertà. Leggi tutto “Fiorentina e stadio: una sconfitta del Sindaco di Firenze”

Stadio: dal Q2 di Firenze a Campi, la necessità della politica

Foto di Lorenzo Palandri

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu (SPC), Lorenzo Palandri e Francesco Gengaroli (SPC Quartiere 2), Lorenzo Ballerini (Campi a Sinistra a Campi Bisenzio) ed Enrico Carpini (Territori Beni Comuni in Città Metropolitana): “L’abbiamo già detto, ma vogliamo ripeterlo: la discussione nata attorno lo stadio non è politica, magari lo fosse. Il problema è un altro”


“Il Partito Democratico, pur amministrando la Regione, la Città Metropolitana, il Comune di Firenze, il Comune di Campi Bisenzio e il Quartiere 2, non condivide alcuna prospettiva sullo sviluppo del territorio.

Mentre Firenze rischia fra pochi anni di ritrovarsi in città uno stadio abbandonato e senza futuro, come è successo a Roma con lo stadio Flaminio, a Campi, in una Piana già satura di inquinamento, si rischia di ritrovarsi l’ennesima attrazione a funzione esclusivamente commerciale.

Mentre nel capoluogo si rischia di perdere la grande occasione di riqualificare un’area e immaginare il futuro di Campo di Marte – spiegano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Palagi, Bundu, Palandri e Gengaroli, il consigliere di Campi a Sinistra Lorenzo Ballerini ed il consigliere della Città metropolitana Enrico Carpini – a Campi si resta in attesa di scuole e servizi utili alla popolazione: si rischiano di perdere altri 38 ettari di terreno agricolo, che verrà cementificato.

Leggi tutto “Stadio: dal Q2 di Firenze a Campi, la necessità della politica”

Stadio a Campi? Se il Sindaco di Firenze si ricordasse della Città Metropolitana e della politica…

Foto di Sailko da wikimedia.org

Queste le dichiarazioni di Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Consigliere e consigliera comunale di Firenze (Sinistra Progetto Comune Firenze), Lorenzo Ballerini – Consigliere comunale di Campi Bisenzio (Campi a Sinistra), Enrico Carpini – Consigliere Città Metropolitana di Firenze (Territori Beni Comuni), Lorenzo Palandri, Francesco Gengaroli – Consiglieri del Quartiere 2 di Firenze (Sinistra Progetto Comune)


“Nella gara tra sindaci sembra spuntarla Campi, stando alle notizie delle ultime ore. Mentre il Partito Democratico prosegue nel suo balletto tra le parti, vorremmo ricordare come Ministero dei Beni Culturali, Governo nazionale e quasi tutte le amministrazioni locali dell’area metropolitana vedano la stessa parte politica in ruoli decisionali apicali.

Si dice che la politica avrebbe ostacolato la nuova proprietà della Fiorentina. Sarebbe meno grave se fosse così… Almeno ci sarebbe un dibattito pubblico chiaro. Invece la sensazione è di una gran confusione, che si sussegue da anni, mettendo a rischio il futuro di Campo di Marte. Leggi tutto “Stadio a Campi? Se il Sindaco di Firenze si ricordasse della Città Metropolitana e della politica…”

Sullo stadio ormai sembra di essere in una vicenda da ‘Amici miei’

Foto di Lorenzo Palandri

“Lo scambio tra la deputata e il ministro del Partito Democratico rischiano di lasciare senza parole… Se non fosse che a rimetterci è Firenze”


“Diamo pieni poteri a chi ci governa e ci ritroveremo come nelle strisce designate da Bonvi dedicate alle Sturmtruppen, con il Franchi spostato in un’altra parte della città (invece che vedere di “raddirizzare” la torre di Pisa…).

La deputata del Partito Democratico che parla di una norma specifica per risolvere il problema del Franchi, a bando Mercafir ancora aperto, smentita dal Ministro dei Beni Culturali del suo stesso partito, è l’apice di uno spettacolo amaro. Da sorrisi tristi, come in un film di Monicelli.
Con il problema – aggiungono i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – che non è un film, ma si tratta di una forza che fa parte delle maggioranze sia a livello locale che nazionale. Un centrosinistra che vorrebbe Firenze capitale delle smart city nel mondo – dopo avere infilata nella monocultura di turismo/affitti – e non riesce nemmeno a coinvolgere la Città Metropolitana per immaginarsi il suo futuro.

Leggi tutto “Sullo stadio ormai sembra di essere in una vicenda da ‘Amici miei’”

Lettera aperta alla proprietà della Fiorentina

? pixabay.com/

Sinistra Progetto Comune tra i firmatari della lettera aperta inviata in queste ore a Commisso sul futuro della città

Questo il testo della lettera aperta alla proprietà della Fiorentina firmata anche dalla capogruppo di Sinistra Progetto Comune Antonella Bundu e dal consigliere Dmitrij Palagi


Firenze 11 maggio 2020

Gentile Rocco Commisso,

in una recente intervista lei ha puntato il dito contro la “burocrazia”, che a suo dire impedirebbe la costruzione e ristrutturazione di nuovi stadi in Italia e a Firenze.

In questo ha trovato subito la sponda politica in Nardella e Renzi, generalmente consoni a dare il proprio placet rispetto ai desiderata dei grossi investitori, qualunque essi siano. Premettiamo che abbiamo apprezzato altre sue uscite e considerazioni, ad esempio quando ha cercato di far capire ai nostri amministratori che la soluzione Mercafir per lo stadio non stava in piedi, ci ha emozionato quando ha parlato del suo desiderio primigenio di ridare lustro al Franchi, pezzo di storia della Fiorentina. Invece nella sua ultima intervista abbiamo trovato alcune considerazioni fuorvianti. Se in altre città come Bergamo o Bologna si è potuto avviare un progetto di nuovo stadio, non è perché in quelle città siano in vigore leggi diverse o ci sia una burocrazia più blanda, ma perché c’è stata, sia da parte della politica che dell’imprenditoria calcistica locale, la capacità di mediare. A Firenze per oltre dieci anni siamo rimasti bloccati su un progetto che non stava in piedi, con una proprietà che fingeva di essere interessata, ma non muoveva un passo, e una politica che andava avanti a forza di “ultime scadenze” che venivano sistematicamente ignorate.

Leggi tutto “Lettera aperta alla proprietà della Fiorentina”

Stadio? Si naviga a vista…

L’articolo sul Corriere Fiorentino collegato cliccando qui.

“Questa mattina la Commissione Sport e Cultura si è riunita allo stadio Artemio Franchi con i tecnici del Comune, tra cui l’ingegner Alessandro Dreoni. Presenti anche il presidente ed i consiglieri del Quartiere 2.
Indipendentemente da quello che sarà il futuro del Franchi, le condizioni attuali necessitano di un restauro e/o restyling con copertura.
Dalle risposte date alle domande dei consiglieri – sottolineano Antonella Bundu e dmitrij Palagi – si evince come abbandonare Campo di Marte per l’ipotesi di uno stadio al Mercafir sia soprattutto una volontà politica, gestita male. Leggi tutto “Stadio? Si naviga a vista…”