Il peggio che la destra può esprimere in scena a Firenze

“Alle piazze per il DDL Zan e per la solidarietà al popolo palestinese le destre rispondono con posizioni fuori dalla storia, intrise di pregiudizi e logiche discriminatorie”


Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Oggi a Firenze c’erano piazze partecipate e vissute. Impegnate a chiedere diritti. Quelli di chi è oggetto di discriminazioni omolesbobitransfobiche (e non solo) e quelli del popolo palestinese, oggetto da decenni di una continua violazione del diritto internazionale, oltre che dei diritti umani.

Mentre le compagne e i compagni erano al fianco della cittadinanza e delle comunità, le destre uscivano con comunicati surreali, specialmente se letti nel 2021 e non durante il secolo scorso.

Le case “agli italiani”, gli esposti per le bandiere arcobaleno e accuse di antisemitismo a chi chiede pace (sempre contro gli arcobaleni insomma, meglio l’oscurantismo e la negazione dell’umanità a cui apparteniamo).

Questa città si merita una politica adeguata ai tempi che viviamo, pieni di problemi reali, fatti di disuguaglianze, di arricchimento di una parte ristretta della società, di una rendita che schiaccia il lavoro, di potenti sempre più forti, tanto a livello locale, quanto sul piano internazionale.

Ci mancano solo torce e forconi, magari con la proposta di tornare a parlare latino e usare i numeri romani, poi il quadro sarebbe completo”