Ministra dell’Interno in Palazzo Vecchio, presidio no CPR davanti

“Abbiamo depositato una mozione condivisa con altri gruppi consiliari della sinistra presenti nei comuni della Toscana, per chiarire il no a ogni ipotesi di strutture sul nostro territorio”


Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Abbiamo già fatto capire che la sinistra, nei comuni della Toscana, è pronta a prevenire ogni ipotesi di Centri di permanenza per i rimpatri (CPR): sono indiscrezioni uscite sulla stampa, legate a una volontà che avrebbe espresso la Ministra dell’Interno.

A Firenze il Sindaco ha più volte espresso di non essere contrario a vedere queste strutture sul nostro territorio, nonostante siano luoghi che il Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà ha chiarito essere ingiusti, inefficaci e pericolosi.

Le persone vengono punite e detenute perché esistono, dovendo dimostrare di avere diritto all’asilo e alla propria vita a posteriori.

Lo ha confermato la terribile storia di una vittima di aggressione che ha scelto di togliersi la vita dopo essere stata portata in un CPR, nonostante la feroce violenza subita per strada.

Oggi la Ministra dell’Interno raggiunge Palazzo Vecchio, ma lo fanno anche i movimenti antirazzisti e l’associazionismo: saremo al fianco di questi ultimi e continueremo a chiedere al Comune di Firenze di esprimere posizioni coerenti con gli impegni già assunti dalla Regione Toscana, contro ogni ipotesi di CPR”.