#maicomeprima, per un futuro comune

Sinistra Progetto Comune partecipa alla campagna della Rete delle Città in Comune e rilancia queste proposte anche per il nostro Comune

“Abbiamo già avanzato una proposta specifica da 6 milioni per Firenze (qui).

Sapremo declinare per Palazzo Vecchio ognuna delle richieste lanciate su tutto il territorio nazionale. Perché si possa andare tutto bene occorre un cambio significativo delle politiche europee, nazionali e locali. Serve una visione complessiva radicalmente innovativa e adeguata. La Rete delle Città in Comune va in questa direzione.


Rete delle Città in Comune – Campagna “Per un futuro comune” #maicomeprima

A fronte della dilagante emergenza sociale ed economica dovuta alla diffusione del Covid-19 – spiegano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – i Comuni rischiano il collasso, stretti da anni di politiche di tagli, riduzioni dei trasferimenti, blocco delle assunzioni e privatizzazioni, e ora con entrate sempre più ridotte.

Leggi tutto “#maicomeprima, per un futuro comune”

Rimandare i tributi locali non basta

“Servono risposte nuove per far fronte alla crisi, invitiamo tutte le forze politiche a sottoscrivere la petizione”


“Le competenze strettamente comunali in ambito di bilancio e di spesa appaiono fortemente limitate, in una fase di crisi globale quale quella legata all’epidemia Covid-19. Crediamo però sia importante, da parte della politica, rendersi conto che non è rimandando i pagamenti e creando ulteriori debiti che si potrà individuare una soluzione equa e giusta.
Il finanziamento monetario di una parte delle spese necessarie per Stati ed enti locali da parte della Banca centrale europea – sottolineano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – è una necessità prioritaria, come chiesto pochi giorni fa da oltre cento economisti, di idee e percorsi diversi tra loro (https://tinyurl.com/ycrxchl4).

Leggi tutto “Rimandare i tributi locali non basta”

Minima Politica: sei lezioni di Gianfranco Pasquino

Recensione pubblicata su il Becco, qui.

Minima Politica è il titolo delle sei lezioni di democrazia che Gianfranco Pasquino ha pubblicato a fine 2019, con UTET. Nell’ambito degli studi accademici l’autore rappresenta un punto di riferimento autorevole e ormai storico; dal testo emerge anche l’esperienza di Senatore della Repubblica.

Il volume si sviluppa attorno a sei termini, oggetto frequente del dibattito contemporaneo nazionale. Con uno stile chiaro, da cui traspare forse eccessiva sicurezza delle proprie opinioni, vengono sviluppate riflessioni fortemente collegate al contesto del XXI secolo, necessarie mentre stiamo attraversando l’emergenza Covid-19.

La crisi economica globale iniziata nel 2008, secondo Pasquino, avrebbe ricordato l’importanza delle sfide politiche a società illuse di essere giunte alla fine della storia. In realtà questa considerazione meriterebbe di essere discussa, soprattutto se collegata alla posizione dell’autore riferita all’Unione Europea, che non registrerebbe un problema di democrazia. Comunque si voglia valutare quel passaggio, è indubitabile che la pandemia del 2020 ha fortemente rimesso al centro le decisioni dei governi, a partire da quelle legate alla tutela della salute pubblica. Leggi tutto “Minima Politica: sei lezioni di Gianfranco Pasquino”