“Le ombre strisciavano”: immaginario ed estrema destra


Introduce e coordina Dmitrij Palagi, responsabile nazionale cultura e formazione del Partito della Rifondazione Comunista


Venerdì 15 gennaio 2020, ore 18.00, in diretta sul canale YouTube di Rifondazione Firenze; https://www.youtube.com/c/RifondazioneFirenze

Il Partito Democratico si tiene Italia Viva in coalizione a Firenze?

“Le parole di ottobre 2020 del Sindaco sono superate dai fatti di queste ore. Non ci sono ragioni per cui Italia Viva continui a far parte della Giunta ed esprima un Presidente di Quartiere”
Immagine di Gerd Altmann

Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune
Giorgio Ridolfi, Francesco Torrigiani – SPC al Quartiere 1

“Ricordiamo le parole del Sindaco a fine ottobre del 2020, per presentare la nuova Giunta: «L’ingresso di […] una nuova forza politica che si è concretamente manifestata nelle ultime elezioni regionali si inquadra in una cornice politica […] che vede Italia Viva come alleato di Governo a livello nazionale, ma soprattutto succede alle decisioni che sono state assunte a livello regionale [toscano]».

Ora che dal Governo pare sfilarsi Italia Viva e si leggono di tensioni nella coalizione regionale, che conseguenze ci saranno politicamente a Firenze? Leggi tutto “Il Partito Democratico si tiene Italia Viva in coalizione a Firenze?”

L’Avvocatura di Stato riconosce l’errore dello scioglimento della forestale

“Dopo la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo un altro pronunciamento ufficiale che certifica l’errore dell’allora Governo Renzi”
Foto da wikimedia commons

Queste le dichiarazioni di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Matteo Renzi ha politicamente lasciato macerie non solo a Firenze. La vicenda dello scioglimento del Corpo Forestale dello Stato è stata già condannata in sede europea dalla Corte dei diritti dell’uomo (CEDU). Una decisione voluta dal governo del “rottamatore” (ai tempi in cui attaccava i “piccoli partiti” e si sentiva onnipotente), che ora viene certificata come sbagliata anche dall’Avvocatura di Stato. Leggi tutto “L’Avvocatura di Stato riconosce l’errore dello scioglimento della forestale”

A Natale regaliamo la scuola

Palagi e Bundu (SPC): “Nuovo appuntamento in tutta Italia lanciata dall’appello Società della Cura, che a Firenze si ritroverà domani alle 12, in piazza Duomo”

Questo l’intervento di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Domani, alle 12, di fronte alla sede della Regione Toscana, in piazza Duomo, saremo al fianco di Società della Cura e Priorità alla Scuola, per sostenere le proposte consegnate alle istituzioni da centinaia di realtà associative.

Si tratta di un documento puntuale nelle indicazioni che offre, attento all’equità sociale e in particolare nella giornata di domani collegato al diritto all’istruzione, di fatto negato da una didattica a distanza che in nessun modo può essere considerata sostitutiva del sistema scolastico in presenza. La richiesta di una conversione radicale, ecologica, sociale e culturale è alla base di un futuro più giusto.

Leggi tutto “A Natale regaliamo la scuola”

Lo scalatore delle Ande e la corsa della vita di Natale 2020

Articolo pubblicato su Il Becco il 21 dicembre 2020, qui



Nella serie televisiva Boris appare il personaggio dello “scalatore delle Ande”, un presunto campione di ciclismo che brevemente interviene per testimoniare l’importanza di non perdere la “corsa della vita” contro la droga.

A lui è corsa la memoria guardando l’ultima copertina de l’Espresso, con cui viene proposto un fotogramma del Settimo sigillo di Ingmar Bergman modificato. A giocare a scacchi con la morte è Diego, il primo neonato registrato in Italia del 2020, che porta un nome capace di richiamare il mito di Maradona, tra le “vittime” illustri di questo anno.

Leggi tutto “Lo scalatore delle Ande e la corsa della vita di Natale 2020”

A Torino si è alimentato l’immaginario dell’estrema destra

“L’agibilità politica delle organizzazioni fasciste e neofasciste è un tema spesso negato dal sistema politico e istituzionale. L’opera piemontese dedicata a Yukio Mishima è chiaramente subalterna all’estrema destra ed è grave che sia stata permessa”
Foto di Peter Hempel

Articolo pubblicato su rifondazione.it, come responsabile cultura e e formazione della Segreteria nazionale di Rifondazione Comunista.

Un’opera imbevuta della retorica dell’estrema destra, a partire dalla scelta di una bandiera che non è quella dell’attuale Giappone, ma quella che fu dell’Impero (una similare è ancora in uso da parte della sola marina militare di quel paese). Una retorica che causa continue tensioni internazionali e rinnova un dibattito che evidentemente Regione Piemonte e Comune di Torino ignorano, o scelgono di ignorare. Questo rappresenta l’opera di Torino dedicata a Yukio Mishima, che sceglie di non concentrarsi sui suoi lavori ma sull’atto del suicidio, di cui alcune realtà politiche si sono appropriate in nome di un “nero come la morte” che potrebbe suonare come slogan infantile, se non fosse proprio indicativo di una galassia pericolosa.

Leggi tutto “A Torino si è alimentato l’immaginario dell’estrema destra”