Progressività fiscale: PD e destre dicono no

“L’approfondimento di ieri ha confermato che in Palazzo Vecchio la maggioranza non vuole ripensare il principio di flat tax applicato per l’addizionale IRPEF”
Foto di Daniela Ramirez

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Non possiamo che esprimere delusione per l’esito di ieri mattina in Commissione 1, nonostante l’articolato dibattito che ha accompagnato una votazione alla fine unanime, con la convergenza di destre e Partito Democratico, contro la richiesta di invitare la Giunta ad applicare il principio della progressività fiscale (articolo 53 della Costituzione) anche nel nostro ente.

Il riferimento era ovviamente all’addizionale IRPEF di competenza comunale: anche in campagna elettorale il Sindaco si è vantato di avere tenuto al minimo le tasse, per tutte e tutti, a prescindere dai redditi.

Questa pandemia ci ha mostrato quanto è fragile il bilancio di Palazzo Vecchio e nelle orecchie riecheggiano ancora le minacce di spegnere i lampioni, per assenza di risorse. Leggi tutto “Progressività fiscale: PD e destre dicono no”

Si scrive nuova società pubblica, si legge contro il referendum

“Nessuno dei nostri emendamenti e ordini del giorni è stato accolto, nell’ambiguità del Partito Democratico si legge la chiara volontà di creare una multiutility con cui continuare a fare profitto sui servizi e i bisogni delle persone”
da regionieambiente.it

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu -Sinistra Progetto Comune

“Oggi non si è votato per rafforzare il pubblico, si è data più autonomia a chi governa, togliendo strumento ai consigli e restringendo i margini della democrazia, partendo da quel bene comune su cui la cittadinanza si è espressa dieci anni fa con un referendum: l’acqua.

Il Partito Democratico racconta che stiamo parlando di altro, ma è evidente che è solo un modo per rimandare le questioni il più possibile, per poi porre il territorio di fronte a un’operazione compiuta.

Magra soddisfazione è aver costretto la maggioranza a uscire dalle ambiguità, anche se la comunicazione ufficiale andrà in una direzione di fumose prospettive, con cui si vuole avere la possibilità di continuare a trarre dividendi dai beni. Leggi tutto “Si scrive nuova società pubblica, si legge contro il referendum”

Casa Protetta: il PD di Palazzo Vecchio “contro” il Quartiere 1

“Dispiaciuti per il dibattito e il voto di ieri: si è detto che il progetto serve a poco, perché Firenze è una città sicura, ma poi la maggioranza ha votato secondo le posizioni delle destre”
Immagine da pixabay.com

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune
Francesco Torrigiani e Giorgio Ridolfi – SPC Quartiere 1

“Il suggerimento di un «forte ridimensionamento del progetto Casa Protetta» era arrivato in Palazzo Vecchio dal Quartiere 1, tra i pareri che hanno accompagnato il DUP nel 2020.

Abbiamo suggerito di accogliere questa posizione, con un ordine del giorno discusso durante il Consiglio comunale di ieri.

I soldi servono per le emergenze sociali e ci sono tante urgenze più prioritarie, rispetto agli incentivi per mettere delle grate alle finestre, o installare sistemi di videosorveglianza. Leggi tutto “Casa Protetta: il PD di Palazzo Vecchio “contro” il Quartiere 1”

Scuola: se ci sono poche iscrizioni si crea una classe pollaio!

“Preoccupazione per la situazione di settembre: servono spazi, serve personale, servono risorse, fuori dall’emergenza, perché la Covid-19 non sparirà e perché le criticità vanno oltre la situazione sanitaria”
Foto di Alexandra_Koch

Antonella Bundu e Dmitrij Palagi – Sinistra Progetto Comune

“La scorsa settimana il Partito Democratico ci ha bocciato la richiesta di impegnare Palazzo Vecchio a cercare nuove soluzioni per evitare l’affollamento nelle aule scolastiche, sostenendo che il possibile era già stato fatto, in particolare dalla Città Metropolitana.

Nei giorni seguenti si sono susseguiti nuovi allarmi, da parte delle organizzazioni sindacali e delle famiglie: per questo oggi abbiamo portato nuovamente il tema in aula, per chiedere conto alla Giunta se davvero in vista di settembre non intenda fare nulla.

L’Assessora ha riconosciuto il quadro dettagliato fatto dal nostro gruppo consiliare sulle criticità e le diverse segnalazioni arrivate dalla cittadinanza. Leggi tutto “Scuola: se ci sono poche iscrizioni si crea una classe pollaio!”

Classi pollaio? Non sono un problema per la maggioranza

“Gli allarmi delle organizzazioni sindacali non hanno peso per il Partito Democratico, che pure si è sempre dichiarato attento al mondo della scuola. Peccato perché sarebbe bene un impegno comune sul piano concreto, oltre alle dichiarazioni e alle funzioni di governo”
Foto di Alexandra_Koch

Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Dato che governiamo, riteniamo che sia stato fatto tutto il possibile: questa la sintesi dell’atteggiamento con cui ieri il Consiglio comunale ha bocciato un atto votato da tutte le opposizioni presenti, del 2020, con cui chiedevamo al nostro ente di impegnarsi per il reperimento di nuovi spazi, al fine di evitare gli assembramenti nelle scuole.

Nonostante sia passato oltre un anno dall’inizio di questa pandemia Covid-19, ritornano continuamente gli allarmi dei nuclei familiari e delle organizzazioni sindacali sul pericolo delle classi-pollaio.

Un ordine del giorno di molti mesi fa è stato finalmente discusso e votato ieri. Era ancora attuale. I problemi sono ancora presenti. Leggi tutto “Classi pollaio? Non sono un problema per la maggioranza”

Occorre attenzione per le vaccinazioni nei penitenziari

“Ci spiace che oggi in Commissione 4 si sia voluto dare un parere negativo a un testo con cui chiedevamo di rinnovare l’impegno per la copertura vaccinale per le persone detenute e chi lavora nelle carceri”
Foto Gianni Carpini Reporter

Antonella Bundu e Dmitrij Palagi – Sinistra Progetto Comune

“Il nostro Consiglio comunale si era già espresso per procedere con priorità all’interno degli istituti penitenziari, sia per la popolazione detenuta che per chi ci opera, per lavoro o volontariato. Abbiamo sempre riconosciuto alla Regione Toscana di aver proceduto con sensibilità e attenzione, ma purtroppo pensiamo non basti.

Se abbiamo capito bene, sono state eseguite 480 prime vaccinazioni (AstraZeneca), a fronte di 680 persone detenute, in riferimento a Sollicciano. La seconda sarà fornita a 80 giorni di distanza, in una situazione che ci sembra sia di evidente sovraffollamento della struttura.

Nel nostro Paese c’è un problema culturale enorme, di rimozione delle carceri dal dibattito pubblico, se non in caso di episodi eclatanti. Leggi tutto “Occorre attenzione per le vaccinazioni nei penitenziari”