Dallo stato sociale allo stato penale

Dallo stato sociale allo stato penale: superare il carcere è ancora possibile? 

Quando e dove?

Giovedì 10 settembre 2020, ore 19.00 all’interno di Imagine – Festa Nazionale di Rifondazione Comunista 2020, presso il Tuscany Hall (via Fabrizio De André) – www.prcfirenze.org/festa2020/

Interventi di
– Massimo Lensi, Associazione Progetto Firenze
– Luca Maggiora, Osservatorio Carcere Unione delle Camere Penali italiane – Camera Penale di Firenze
– Vincenzo Russo, cappellano della Casa Circondariale Sollicciano
– Antonella Tuoni, direttrice della Casa Circondariale Mario Gozzini di Firenze

Introduce e coordina Dmitrij Palagi, Consigliere comunale a Firenze di Sinistra Progetto Comune.


Immagine utilizzata in copertina creata dal Collettivo FX

Parlare di carcere durante le elezioni può essere utile

Sean Connery e Nicolas Cage nel film “The Rock” (1996), diritti di Buena Vista Pictures, immagine ripresa da sfchronicle.com

Due articoli utili recentemente usciti su StampToscana: un dialogo con Massimo Lensi di Progetto Firenze cliccando qui, l’intervista a Giuseppe Fanfani, garante regionale dei detenuti della Toscana, cliccando qui.


Dmitrij Palagi, Consigliere comunale Sinistra Progetto Comune


Ogni persona ha il suo percorso, che porta alla politica. In questo primo anno di esperienza istituzionale sono tanti i ricordi pronti a riemergere. Il merito per l’interesse per gli istituti penitenziari, per quanto mi riguarda, è del film Mery per sempre, visto nei primi anni delle superiori. Poi è arrivato l’aiuto alla Mostra dell’Artigianato, con l’aiuto per lo stand in cui venivano venduti i patchwork di Volterra, la pelletteria e gli specchi del Meucci, magliette e gadget di Livorno (un progetto sostenuto dall’allora gruppo regionale Federazione della Sinistra – Verdi).

Alle prigioni ho sempre guardato con ostile timore. Con ingenuità trovavo inaccettabile l’ipocrisia di ritenere rieducativi meccanismi puramente repressivi, lesivi di ogni forma di dignità umana, negli anni in cui cresceva la retorica della democrazia esportata in Medio Oriente.
Il timore era la possibilità di avere qualcosa da poter offrire, a parte il sostegno alle battaglie per il superamento del sistema detentivo e del carcere in quanto tale. Perché dai racconti di chi c’era stato, da una parte e dall’altra delle sbarre, si percepiva un dolore raro, che chiedeva prima di tutto rispetto.

Leggi tutto “Parlare di carcere durante le elezioni può essere utile”

Residenze e decreti sicurezza: la conferma della Corte Costituzionale

Krisztina.Konczos da Flickr.com

“Il Comune di Firenze ha approvato la nostra richiesta di cancellazione dei decreti e ieri in Commissione è stata accolta una risoluzione per istituire le vie virtuali in tutti i Comuni della Città Metropolitana”


Il testo emendato approvato dalla Commissione in attesa di essere votato in Consiglio comunale, cliccando qui.


Questo l’intervento di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Nella giornata di ieri abbiamo letto con grande soddisfazione la nota stampa della Corte Costituzionale, in cui si afferma l’incostituzionalità dei Decreti Sicurezza, nella parte in cui vietano alle persone richiedenti asilo l’iscrizione all’anagrafe. Irrazionale e irragionevole, viene definita. Inefficace e lesiva della dignità umana, aggiungiamo noi. Perché nell’ordinamento della Repubblica Italiana la residenza è un diritto perfetto. L’iscrizione ai registri anagrafici è il primo, imprescindibile passo, per legarsi alla comunità in cui si vive, per essere riconosciuti dallo Stato, sia per quanto riguarda i diritti che per quanto riguarda i doveri. È un prendere atto dell’esistenza di un essere umano che c’è. Leggi tutto “Residenze e decreti sicurezza: la conferma della Corte Costituzionale”

Docce di via Sant’Agostino addio, lo ha deciso il Comune di Firenze

Foto di Sailko da wikipedia.org

“Lo avevamo immaginato a seguito dell’accesso agli atti, ora arriva anche la risposta ufficiale dell’Amministrazione. Un servizio storico della città, un simbolo, che viene cancellato”


Queste le dichiarazioni di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Consigliere e consigliera comunale Sinistra Progetto Comune e di Giorgio Ridolfi e Francesco Torrigiani – Consiglieri del Quartiere 1 Sinistra Progetto Comune

“Lo avevamo già denunciato tra fine 2019 e inizio 2020, a seguito anche di accessi agli atti. In via Sant’Agostino 8, dove c’erano bagni e docce fatti nascere grazie al mutualismo a inizio ‘900, si amplierà l’offerta della Fratellanza Militare, adesso presente al civico 6. Leggi tutto “Docce di via Sant’Agostino addio, lo ha deciso il Comune di Firenze”

Nell’emergenza chi è più fragile va tutelato, non ci sono solo le ‘zone grigie’

Foto da pixnio.com

Antonella Bundu, Dmitrij Palagi e Francesca Conti: “Il Comune di Firenze ampli la platea e si impegni a superare i limiti che arrivano anche dalle sbagliate decisioni nazionali”


“Lunedì 6 aprile è uscito l’avviso pubblico per la concessione dei buoni spesa da parte del Comune di Firenze. Questa misura d’emergenza, introdotta a livello nazionale – spiegano Antonella Bundu e Dmitrij Palagi di Sinistra Progetto Comune con Francesca Conti di Potere al Popolo Firenze – prevede che ciascun comune, dopo aver individuato la platea dei beneficiari tra i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza covid-19 e tra quelli in stato di bisogno, debba procedere all’erogazione dei buoni spesa e/o pacchi alimentari, attraverso l’anticipazione di risorse proprie (Ordinanza del Capo della Protezione civile n.658).

Purtroppo, si tratta di una misura assolutamente inadeguata e inefficace, sia per l’entità di risorse stanziate, sia per le modalità attuative individuate.
I comuni, dal 2011 ad oggi, hanno subito una riduzione di risorse statali pari a 11 miliardi circa (di cui 9 per tagli lineari e 2 miliardi per la riforma della contabilità) e oggi, dopo un decennio di Patto di stabilità e tagli al personale, non dispongono più delle competenze né delle risorse tali da poter gestire quest’emergenza. Leggi tutto “Nell’emergenza chi è più fragile va tutelato, non ci sono solo le ‘zone grigie’”

RSA, stamani domande a cui dovremo rispondere

Immagine da pxhere.com

Queste le dichiarazioni di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“In questi giorni drammatici i dati delle Residenze sanitarie assistenziali (RSA) aggiungono una fonte di preoccupazione importante. Dai dati forniti dall’Istinto Superiore di Sanità arrivano indicazioni precise sulla portata del problema. Pochissime realtà hanno isolato l’utenza malata, quasi nessuna ha utilizzato strutture separate per farlo. La morte ha raggiunto tantissime persone, sia tra la popolazione fragile che tra la classe lavoratrice.

Questa mattina l’Associazione per la Difesa dei Diritti delle Persone Non Autosufficienti e l’Associazione Toscana Paraplegici Onlus hanno scritto al Comune di Firenze. Le famiglie non possono visitare anziani e diversamente abili, in questo periodo, ma rimangono tante domande a cui le istituzioni locali possono dare risposte. Leggi tutto “RSA, stamani domande a cui dovremo rispondere”