Texprint e logistica: l’illegalità di Stato sul lavoro è la priorità

“Il Partito Democratico è forza di governo locale e nazionale: non può limitarsi a parlare di più controlli e di protocolli. Politicamente perché le istituzioni non vanno davanti ai cancelli della Texprint?”
Foto dal presidio di ieri

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu -Sinistra Progetto Comune

“Un sindacalista è morto venerdì: faceva parte di un’organizzazione sindacale che spesso è additata come responsabile di pratiche illegali e condannata dalle istituzioni.

Lo abbiamo visto anche a Prato, con il sindaco di quel Comune che “scappava” dalla richiesta di un confronto con le persone in lotta alla Texprint, una realtà aziendale di fronte alla quale non abbiamo visto molti altri livelli istituzionali, tolti alcuni gruppi consiliari del territorio.

Per questo oggi ci aspettavamo una presa d’atto da parte della Giunta: notare come il sistema renda possibile le modalità di sfruttamento che giudichiamo disumane. Leggi tutto “Texprint e logistica: l’illegalità di Stato sul lavoro è la priorità”

Chi difende la dignità del lavoro viene aggredito e ucciso

“A poche ore di distanza dalle nuove immagini di aggressione al presidio Texprint arriva la terribile notizia della morte del coordinatore del Si Cobas di Novara, durante lo sciopero nazionale della logistica, ucciso da un camion che cercava di attraversare la manifestazione”
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona, in piedi e attività all'aperto
Dal presidio davanti alla Lidl di via Baracca

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune Firenze
Lorenzo Ballerini -Campi a Sinistra
Enrico Carpini -Territori Beni Comuni Città Metropolitana

“La notizia di queste ore che arriva da Novara dovrebbe scuotere tutto il sistema politico e istituzionale: non è il primo sindacalista che viene ucciso in questi anni, di fronte ai luoghi in cui si lotta per la dignità di chi lavora.

La logistica è una delle frontiere in cui si consumano le nuove forme di sfruttamento estremo, analogamente a quanto accade anche all’interno della Texprint, dove si sono ripetute in questi giorni aggressioni ai lavoratori in presidio. Leggi tutto “Chi difende la dignità del lavoro viene aggredito e ucciso”

Flash-mob in piazza Santo Spirito: abbiamo portato la corda, ma è già troppo tardi

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone, persone in piedi, persone che suonano strumenti musicali e attività all'aperto
Foto del flash-mob di Massimo Lensi

Antonella Bundu, Dmitrij Palagi -Sinistra Progetto Comune
Giorgio Ridolfi, Francesco Torrigiani – SPC quartiere 1
Massimo Lensi e Grazia Galli – Associazione Progetto Firenze
Laura Lombardi e Tomaso Montanari.

“L’ultima decisione del Sindaco e della Giunta di Firenze in tema di “decoro e antidegrado” è una toppa peggiore del buco, indecorosa e degradante.

Su una proprietà pubblica, in una piazza pubblica, in cui la residenza vede ormai tutto lo spazio già “privatizzato” dai locali adesso abbiamo la novità della cordonatura anti-movida.

Astraendo dalla complessità dei problemi un solo dettaglio, si fa finta di risolverlo, creando ulteriori problemi e spostandolo altrove: per di più mostrando tutta la cattiveria che si poteva tirar fuori, con piattaforme pericolose per gli spigoli aguzzi. Leggi tutto “Flash-mob in piazza Santo Spirito: abbiamo portato la corda, ma è già troppo tardi”

Santo Spirito: una finta soluzione che ferisce la città

“Dalle immagini che si stanno vedendo in queste ore arriva un messaggio terribile per il modo stesso di pensare la città: un intervento che non avrà alcun ruolo nel risolvere i problemi che hanno causato le proteste di questi anni”


Francesco Torrigiani, Giorgio Ridolfi – SPC Quartiere 1
Antonella Bundu, Dmitrij Palagi – Sinistra Progetto Comune

“La cordonatura del sagrato di Santo Spirito sembra quasi peggio della cancellata, con quelle piattaforme in cemento armato appoggiate sopra. La si sta rendendo una piazza ormai molto diversa da quella a cui siamo abituatə, senza che i problemi siano destinati a essere risolti.

Quattro panchine di numero, ovvero appena 12 posti dove potersi sedere liberamente, magari a mangiarsi un gelato. Il resto sono centinaia di sedie e tavolini tra cui si fatica a passare, specialmente se si è in condizioni di fragilità o si hanno difficoltà motorie.

Chiaramente nessun bagno pubblico gratuito e nessun investimento su nuovi bagni in generale è stato previsto. Basta “privare” la cittadinanza del sagrato, secondo la Giunta.

Questa è oggi Piazza Santo Spirito, quella della “cittadinanza temporanea”, con cui far tornare le residenze in centro. 100.000 euro per corde e cemento, continui investimenti in telecamere, ma nessun investimento sui servizi igienici. Leggi tutto “Santo Spirito: una finta soluzione che ferisce la città”

Contro l’illegalità di Stato: lavorare per un mondo migliore

“La negazione dell’umanità delle persone e la morte di chi ha la sola colpa di esistere sono crimini che dovremmo contrastare con determinazione, il nostro messaggio in aula oggi, opposto a quello delle destre”


Antonella Bundu e Dmitrij Palagi – Sinistra Progetto Comune

“Non ci mettiamo in coda alla retorica istituzionale della legalità, mentre fuori da Palazzo Vecchio associazioni, organizzazioni sindacali, movimenti, forze politiche e cittadinanza antirazzista ricordano la contrarietà del nostro territorio a ogni ipotesi di CPR, strutture in cui sistematicamente si nega la dignità umana e si violano i trattati internazionali, oltre che i principi che hanno dato vita alla nostra Costituzione.

Abbiamo chiesto di trovare soluzioni anche per le code in questura, che la Giunta di Firenze ci dice essere responsabilità dello Stato.

Quello spettacolo quotidiano si ripete tutti i giorni ed è reale, non come i racconti ascoltati oggi delle destre, secondo i quali viviamo in una città ostaggio della microcriminalità. Leggi tutto “Contro l’illegalità di Stato: lavorare per un mondo migliore”

Stamattina si è condannata la ricerca storica in Palazzo Vecchio

“La Lega ha proposto un atto con cui contestare un’iniziativa pubblica in cui figure autorevoli avevano parlato di foibe, trovando il sostegno del Partito Democratico: dopo l’invito di un esponente dell’estrema destra ecco un altro inquietante segnale arrivare dal Comune di Firenze”


Qui il link all’iniziativa incriminata.


Dmitrij Palagi e Antonella Bundu -Sinistra Progetto Comune 

“Dispiace sapere che un atto “ad personam” abbia ricevuto oggi consenso quasi unanime, in Commissione 7: la Lega ha ascoltato e visto un’iniziativa pubblica, organizzata sul tema delle foibe.

Partecipavano una storica (Alessandra Kersevan) e uno storico (Eric Gobetti), oltre al Segretario nazionale di Rifondazione Comunista e al consigliere comunale Dmitrij Palagi, nella qualità di responsabile cultura e formazione del PRC. Si parla esplicitamente dell’evento pubblico del 10 marzo 2021, anche se il Partito Democratico ha voluto togliere il riferimento al cognome Palagi.

Quello che rappresenta la mozione è un meccanismo di trascrizione di parte delle affermazioni di un evento pubblico, che mette in discussione – senza titolo – gli studi e le ricerche facilmente rintracciabili nelle librerie. Leggi tutto “Stamattina si è condannata la ricerca storica in Palazzo Vecchio”