Da 100 settimane per chiedere la cancellazione dei decreti sicurezza

“Tutti i giovedì, dalle 13.00 alle 15.00, su iniziativa lanciata da Umani per R-Esistere e dalla Comunità delle Piagge, che raccoglie un appello di Alex Zanotelli, di fronte alla Prefettura di via Cavour, si riunisce un gruppo di cittadine e cittadini, per chiedere la cancellazione dei decreti sicurezza.

Sono cambiati la maggioranza e il governo, a livello nazionale, ma rimangono intatte le ragioni di chi prosegue la mobilitazione.

Siamo arrivati al centesimo presidio. 100 giovedì in strada, esposti al maltempo e al caldo.

Chi partecipa al presidio – spiegano i consiglieri di Sinistra Progetto comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – prende la parola, si presenta e spiega le ragioni per cui è lì.

Microfono aperto e grande apertura. Per la difesa della dignità umana. Per la difesa dei diritti delle persone, di chi è accusato solo di esistere. Leggi tutto “Da 100 settimane per chiedere la cancellazione dei decreti sicurezza”

Forza Italia imita il Sindaco su Santo Spirito

Immagine da publicdomainpictures.net

“Le destre e il Sindaco si preoccupano solo di tenere l’indice puntato, per cercare colpevoli su cui scaricare le responsabilità delle istituzioni. C’è il rischio di un crampo alla mano.

Il Sindaco – sottolineano gli esponenti di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi, Antonella Bundu, Giorgio Ridolfi e Francesco Torrigiani – ha provato a spiegare che la mala-movida è colpa degli antagonisti, delle famiglie e delle scuole (tenute chiuse) che non educano le nuove generazioni. E ora tocca a Forza Italia puntare il dito sull’estrema sinistra.

Negare il problema generale, di una società e di una città che non hanno da offrire che consumo di alcolici per la socialità, è il miglior modo di fare campagna elettorale, per chi ha responsabilità precise sulla trasformazione della nostra società. Leggi tutto “Forza Italia imita il Sindaco su Santo Spirito”

Carlo Giuliani vive nelle lotte di chi non si arrende alle ingiustizie

Simone Ramella da Flickr.com

“Avremmo voluto essere a Genova, oggi, per ricordare Carlo Giuliani, assassinato per mano di una violenza di Stato rimasta impunita.

Provarono ad affogare nel sangue il movimento alter-mondialista, in quel luglio del 2001. Le ragioni di quelle lotte – spiegano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – però vivono ancora, più attuali che mai, in un presente che guarda al passato, incapace di immaginare un futuro migliore, più sostenibile, attento ai bisogni e ai diritti delle persone. Vivono nella risposta di chi ancora trova le energie e la determinazione di non rassegnarsi di fronte alle ingiustizie del nostro sistema, dei nostri modelli di sviluppo. Leggi tutto “Carlo Giuliani vive nelle lotte di chi non si arrende alle ingiustizie”

Partita la raccolta fondi per le antifasciste e gli antifascisti condannati

Dalla pagina Facebook @FirenzeAntifascista

“Lanciata la raccolta fondi per sostenere le spese delle 15 persone condannate a dover pagare 45.000 euro per aver manifestato pacificamente nel 2013, in risposta all’aggressione fascista a due minorenni”


“L’antifascismo non può essere usato a fini elettorali. Deve vivere nella quotidianità, è un modo per sapere da che parte schierarsi e quali valori difendere.

Ridurre la Resistenza a celebrazione del passato è il modo peggiore per ringraziare chi ha liberato il Paese e lo ha riscattato arrivando alla proclamazione della nostra Repubblica.

A giugno di questo anno – ricordano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – 15 persone sono state colpite da una sentenza che ha chiesto loro 45.000 €. Una condanna che si aggiunge a un clima repressivo generale pericoloso e da respingere, attraverso la pratica della solidarietà. Leggi tutto “Partita la raccolta fondi per le antifasciste e gli antifascisti condannati”

La vergogna dei recenti licenziamenti per obbligo di fedeltà

Questo il testo della Comunicazione del Consigliere Dmitrij Palagi (Sinistra Progetto Comune)


Il diritto non esiste in astratto. Le leggi risentono dei rapporti di forza all’interno della società e del grado di coscienza diffuso nel Paese.
L’obbligo di fedeltà per i lavoratori e le lavoratrici nasce, in teoria, con un riferimento ai segreti aziendali o al regime di concorrenza tra aziende in un medesimo campo produttivo. Il rapporto di fiducia tra le parti può venire meno anche nel caso del personale dipendente impegnato a gettare discredito sulla propria realtà lavorativa.

Proviamo a ribaltare la retorica di quelle imprese che dicono di non avere dipendenti ma soci, perché sarebbero delle grandi famiglie. Se io percepisco uno stipendio da una ditta, che interesse ho a farla passare per quello che non è o a favorire un’altra realtà? Leggi tutto “La vergogna dei recenti licenziamenti per obbligo di fedeltà”

Il Sindaco in difficoltà decide di attaccare la libertà di manifestazione

L’intervista rilasciata a Novaradio cliccando qui.


“Dopo aver dato la colpa a scuola e genitori, ecco che una manifestazione diventa la scusa per non assumersi le proprie responsabilità”


Questo l’intervento di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune


“Questo pomeriggio abbiamo ascoltato con sorpresa le parole del Sindaco sulla movida e sulla manifestazione antifascista. Il più classico degli scaricabarile. Termine forse poco ‘alto’, ma adatto. La colpa è della scuola e dei genitori che non educano. La colpa è delle manifestazioni antifasciste che tutti i giorni occupano piazze pubbliche a scopo privato… Leggi tutto “Il Sindaco in difficoltà decide di attaccare la libertà di manifestazione”