Non si tocchi piazza Alpi e Hrovatin

Questo l’intervento di Dmitrij Palagi, Sinistra Progetto Comune

“La scorsa settimana si è tenuta una partecipata assemblea alle Piagge, presso il Centro Sociale il Pozzo, con tre persone della Giunta e tanta popolazione residente. Il fatto è che in campagna elettorale il Sindaco aveva parlato di un deposito della tramvia in una zona dove da tempo si sta pensando a uno spazio in modo partecipato. Piazza Ilaria Alpi e Miran Hrovatin ha una storia lunga alle sue spalle. Una mozione depositata nel 2009 e approvata nel 2012, su proposta dell’allora consigliera De Zordo, a cui l’Amministrazione ha dato seguito nel 2016. Nel frattempo nel 2015 un progetto preliminare ipotizza un rimessaggio e un’area di lavaggio, dal significativo impatto sulla stessa area. Negli anni successivi Regione Toscana e Comune di Firenze sostengono invece un percorso partecipativo. Apriti Piazza! si ritrova quindi a pensare un luogo in parte già occupato? Per fortuna pare di no, come ci ha confermato l’Assessore per le grandi infrastrutture, la mobilità e il trasporto pubblico. Anche perché nel frattempo la linea 4 della tramvia è stata pensata per arrivare oltre il territorio comunale, quindi fra pochi mesi si avanzeranno nuove proposte, confrontandosi con il quartiere interessato. Non vogliamo fare polemiche, ma ringraziare chi con la sua partecipazione ha evidenziato degli evidenti problemi di comunicazione e di governo del territorio. Siamo ancora in tempo per evitare errori. L’importante è ricordarsi che le periferie non dovrebbero esistere, dovrebbe esserci una città partecipata e solidale, che sa pensarsi complessivamente a svilupparsi secondo le necessità di chi la vive. Come Sinistra Progetto Comune proseguiremo il nostro impegno, perché da parte del governo locale ci sia piena informazione ed efficace coinvolgimento delle comunità”.

Dalla pagina Facebook @apritipiazza