RSA: stanze vuote per liste d’attesa vuote?

“Chiediamo da tempo che il Comune e i quartieri abbiano informazioni puntuali sulle strutture assistenziali sanitarie e socio-sanitarie. Ci sono domande importanti per l’utenza e chi garantisce i servizi con il proprio lavoro”


Immagine da montedomini.net

Queste le dichiarazioni di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Ci sono posti letto liberi nelle R.S.A., ma le liste di attesa a che punto sono? Non ci sfugge l’importanza di avere spazi maggiori in piena pandemia Covid.19. Questo però non può avvenire a danno dei bisogni delle persone e di chi lavora per poter vivere, garantendo servizi essenziali.

Leggi tutto “RSA: stanze vuote per liste d’attesa vuote?”

Salute mentale: chiusura per lavoro del Presidio La Pira, un allarme da ascoltare

Foto da cgilfirenze.it

“La FP Cgil evidenzia i rischi concreti per l’utenza che si rivolge a un centro importante per la riabilitazione sulla salute mentale. Occorre una sede unica alternativa, durante i lavori”


Queste le dichiarazioni dei consiglieri comunali Dmitrij Palagi e Antonella Bundu insieme a Vincenzo Pizzolo, Consigliere del Quartiere 5 – Sinistra Progetto Comune

“Da pochi giorni si è tenuta la giornata mondiale della salute mentale. In Rete Civica e durante il Consiglio comunale di oggi istituzioni e forze politiche (di maggioranza, come di opposizione) si sono impegnate a rilasciare dichiarazioni ufficiali.

Leggi tutto “Salute mentale: chiusura per lavoro del Presidio La Pira, un allarme da ascoltare”

A 40 anni dalla morte di Basaglia

Solo ai buonisti e alla sinistra agiata può piacere la svolta per cui si ricordano i 40 anni dalla morte di Basaglia.

È uno dei commenti che capita di leggere oggi (riassunto e semplificato all’essenza).
A giustificare questa posizione un’argomentazione: le persone che erano nei manicomi e nei manicomi criminali oggi sono abbandonate, perché nessuno si prende in carico delle malattie mentali. Per non parlare di quello che è avvenuto negli istituti penali.
Non a caso il carcere rimane una discarica sociale, mentre prima lo erano anche gli istituti psichiatrici. Così come si dovrebbe provare vergogna per quello che sono diventate molte RSA.
Chi deve lavorare per sopravvivere e chi rischia di non avere abbastanza salario per pagare l’affitto avrebbe rischiato di finirci in quei manicomi che a qualcuno mancano.

Leggi tutto “A 40 anni dalla morte di Basaglia”

RSA dopo la fase 1: dimenticate come le persone al loro interno?

Immagine da needpix.com

Un paio di giorni fa è uscito un articolo su il manifesto in cui si riporta la denuncia mossa da un Comitato nei confronti della Regione Piemonte sul tema delle Residenze sanitarie (qui).

Il timore è che i dati sulla ripresa dei contagi di Covid-19 si possano ripetere gli episodi drammatici registrati durante le prime settimane di pandemia, a partire dal trasferimento dagli ospedali alle RSA di persone che hanno contratto il nuovo virus.
Pandemia a parte, non molto è cambiato per il socio-sanitario e l’assistenza alle persone fragili, non solo in Piemonte.
In una lettera di don Marco Bassani, sempre pubblicata sul quotidiano comunista, oggi, il tema si declina sulla Regione Lombardia e sulla condizione di isolamento delle persone anziane o non autosufficienti, da cui consegue un forte stato depressivo delle stesse.

Leggi tutto “RSA dopo la fase 1: dimenticate come le persone al loro interno?”

Vita Indipendente, una prima vittoria per chi è in lotta

Questa mattina si è conclusa la prima parte della mobilitazione quotidiana delle associazioni in lotta per una vita indipendente da garantire a tutte e tutti, anche a chi presenta forme di disabilità gravi. 

Hanno ottenuto dalla Regione Toscana 2,5 milioni di risorse aggiuntive, mentre da lunedì inizierà un tavolo di confronto per:

  • eliminare la lista di attesa di persone in condizione di bisogno, presente sul nostro territorio,
  • smantellare l’ultima delibera della Giunta Regionale che ha preso una serie di decisioni sbagliate sul tema della vita indipendente.

Leggi tutto “Vita Indipendente, una prima vittoria per chi è in lotta”

Ancora al fianco delle persone con disabilità gravi in presidio

“Dopo gli appuntamenti della scorsa settimana, siamo tornati al presidio indetto dell’Associazione Vita Indipendente, che promuove – spiegano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – la protesta per le risorse insufficienti destinate a favorire la vita autonoma delle persone che presentano forme di disabilità grave.

Pare che domani si terrà finalmente un incontro, anche se è gravissimo come ci siano voluti circa dieci giornate, di grande determinazione e lotta. Mentre Luigi Gariano rimane a oltranza all’interno della sede della Regione Toscana fuori, in piazza Duomo, dalle 10.00 alle 13.00, si trovano decine di persone.

La politica e le istituzioni costringono a tanto sacrificio delle persone con disabilità per concedere ascolto e cercare soluzioni? E pensare che Toscana a Sinistra aveva dato la possibilità al Consiglio regionale di votare un atto che correggesse le sbagliate decisioni della Giunta, invano… Leggi tutto “Ancora al fianco delle persone con disabilità gravi in presidio”