AISLA e CUB chiedano alla Giunta di schierarsi per il LAAC

“Riconosciuta l’importanza del Laboratorio ausili per l’apprendimento e la comunicazione (LAAC). Il Comune di Firenze non si nasconda dietro le competenze tecniche. Serve un’azione politica a tutti i livelli”
Foto da pixabay.com

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Al Consiglio comunale di oggi abbiamo posto un question time all’Assessora per capire quale sarà il futuro del LAAC, un laboratorio all’avanguardia per l’assistenza alle persone affette da disabilità motorie particolarmente gravi.

Il Laboratorio, parte del Presidio di San Felice a Ema dal 1997, rientra in un bando d’appalto dell’USL Toscana Centro di queste settimane in cui sono previsti tagli del personale particolarmente significativi.

L’Assessora ha risposto che la Giunta non ne era a conoscenza in quanto era un bando dell’Azienda Sanitaria e che per lo stesso motivo non è compito suo avviare un colloquio con le organizzazioni sindacali. Leggi tutto “AISLA e CUB chiedano alla Giunta di schierarsi per il LAAC”

Presidio sanitario La Pira: ci vuole più cura per la salute mentale

“Una risposta di dicembre ricevuta a febbraio senza aggiornamenti è quanto abbiamo ottenuto su una vicenda importante per il Quartiere 5. Ad aprile dovrebbe riaprire la struttura. Terremo alta l’attenzione”
Foto da cgilfirenze.it

Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune
Vincenzo Pizzolo – SPC Quartiere 5

“Durante il Consiglio di lunedì abbiamo finalmente ottenuto risposta a una nostra interrogazione di ottobre sulla questione del Presidio sanitario La Pira, che l’anno scorso ha visto il proprio edificio interessato da dei lavori.

Il nostro interesse era capire come l’Amministrazione si sarebbe mossa per evitare che il ruolo del presidio svolto per salvaguardare la salute mentale fosse messo in pericolo, specie in un momento come quello che stavamo e stiamo tuttora vivendo.

Purtroppo non solo abbiamo ricevuto una risposta più di quattro mesi dopo, ma il riscontro che abbiamo avuto è stata una nota di dicembre scorso. Leggi tutto “Presidio sanitario La Pira: ci vuole più cura per la salute mentale”

Nelle RSA liste di attesa bloccate in attesa del piano vaccinale

“Le risposte al question time presentato oggi impongono un ruolo di verifica per le prossime settimane. La ripresa degli ingressi e delle attività del Centro Diurno per disturbi cognitivi dovrebbe arrivare presto”
Foto da montedomini.net

Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“L’ASP Montedomini ha dato priorità al piano vaccinale, ora che va a concludersi dovrebbero riprendere i nuovi ingressi. Questo è quanto ci ha detto oggi la Giunta, rispondendo a un nostro question time.

Nella RSA Montedomini si è iniziata la vaccinazione il 27 dicembre 2020, con seconda somministrazione il 17 gennaio 2021. A San Silvestro, la prima data è stata quella del 13 gennaio, mentre la seconda è prevista nei 21 giorni successivi. Non ci sono stati dati i dettagli per Abamelek, mentre il 20 gennaio 2021 il vaccino è stato effettuato sulle persone del Centro Diurno Athena.

Tutti questi spazi dovrebbero quindi riprendere a breve le loro attività, vedendo i nuovi ingressi alleggerire le liste di attesa (che rimangono una pagina anticostituzionale di diritti negati alla nostra popolazione). Leggi tutto “Nelle RSA liste di attesa bloccate in attesa del piano vaccinale”

RSA: ancora posti vuoti e liste di attesa piene

“I dati di oggi sono peggiori di quelli di ottobre. Presenteremo un nuovo question time, per capire quale sia la situazione delle residenze sanitarie assistenziali”
Foto da Wikimedia Commons

Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Rispetto al question time di ottobre la situazione è cambiata in peggio. La pandemia Covid-19 ha ulteriormente svuotato le stanze delle RSA.

A Montedomini 51 persone a fronte di 80 posti letto, dentro Principe Abamelek 39 presenze rispetto a una capienza di 70 posti letto, a San Silvestro 25 persone, rispetto a 40 posti letto. Si aggiunge la chiusura del centro diurno per disturbi cognitivi, da novembre a oggi, senza che sia nota una prevista riattivazione. Leggi tutto “RSA: ancora posti vuoti e liste di attesa piene”

A Montedomini si pagano i primi tre giorni di malattia, ma nelle altre RSA?

“Ci rassicura solo in parte la risposta della Giunta di oggi. La cooperativa Elleuno opera anche in altre realtà metropolitane e nazionali, la politica e le istituzioni possono fare molto, per supportare le giuste lotte sindacali”
Immagine di Gordon Johnson

Queste le dichiarazioni di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Chi lavora nelle RSA non ha diritto di ammalarsi? Pare che la cooperativa Elleuno lo pensi, dato che ha annunciato di non voler pagare i primi tre giorni di malattia a un personale essenziale per i servizi sociosanitari.

Oggi abbiamo chiesto conto alla Giunta di cosa intenda fare per tutelare i diritti delle classi lavoratrici. Abbiamo ricevuto in risposta una nota del Direttore di Montedomini, la realtà fiorentina in cui opera questa cooperativa. Leggi tutto “A Montedomini si pagano i primi tre giorni di malattia, ma nelle altre RSA?”

Socio-sanitario: giornate di malattia non retribuite

“La denuncia uscita oggi da parte di CGIl, CISL e UIL è un allarme che il Comune deve raccogliere. Lunedì prossimo ne chiederemo conto alla Giunta”
Immagine da pixabay.com

Queste le dichiarazioni di Dmitrij Palagi, Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“La cooperativa sociale Elleuno, che opera anche all’interno delle RSA di Firenze ha deliberato di non pagare i primi tre giorni di malattia del proprio personale dipendente. Un trattamento indecente, specialmente se riferito a quelle classi lavoratrici definite eroiche durante la cosiddetta fase 1 della Covid-19. Non ci sono soldi, dice l’azienda. Alle proteste sindacali di CGIL, CISL e UIL la parte datoriale ha risposto minacciando di non pagare la tredicesima. Questa è la centralità del socio-sanitario per i servizi alla cittadinanza di cui parlano le istituzioni?

Leggi tutto “Socio-sanitario: giornate di malattia non retribuite”