Vita indipendente: ancora in presidio, ancora in lotta, per la dignità

“Il presidio di protesta rivolto alla Regione Toscana si è spostato oggi da piazza Duomo al Consiglio regionale, nel quale confidiamo che oggi possa essere votato l’ordine del giorno presentato da Toscana a Sinistra”


“Chiedono di poter vivere, con dignità, nelle proprie case, senza essere nascosti dagli occhi del resto della società. Sono le persone non autosufficienti, che si sono viste prese in giro dalla Regione Toscana, da un governo – spiegano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – che ha deciso di elargire risorse insufficienti e dividere un mondo fatto di bisogni, con due graduatorie che rischiano di esasperare la situazione.

L’emergenza che segna queste settimane dovrebbe costringere la politica a occuparsi di chi si vede escluso. Non viene chiesta assistenza volontaria. Vengono chiesti riconoscimenti e diritti. Dovuti.

Stamani siamo tornati a manifestare il nostro sostegno alla protesta lanciata dall’Associazione Vita Indipendente, che da piazza Duomo si è spostata sotto il Consiglio regionale. Oggi si tiene infatti l’ultima seduta di questo organismo e un ordine del giorno presentato da Toscana a Sinistra offre l’opportunità di rimediare al vergognoso atto della Giunta del recente passato.

Leggi tutto “Vita indipendente: ancora in presidio, ancora in lotta, per la dignità”

Vita Indipendente: la dignità negata dalla Regione Toscana

“Ripreso il presidio quotidiano, di protesta rispetto alle decisioni del governo regionale sul tema della non autosufficienza”


“Quanto costa potersi permettere una vita indipendente? Questa è una domanda che si è costretti a fare, in questo tipo di società, dove senza risorse economiche si finisce ai margini, tutelati nel migliore dei casi solo per le emergenze.

Lo vediamo benissimo – spiegano i consiglieri di Sinistra progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – in sanità e nel socio-sanitario, ambiti in cui la pandemia e l’emergenza legata a Covid-19 hanno acceso i riflettori su limiti e carenze apparentemente riconosciuti all’unanimità.

Sui territori si vive male, se si hanno difficoltà e non si hanno particolari disponibilità economiche, che comunque sarebbe ingiusto dover impiegare per servizi universali e garantiti dalla carta costituzionale.

Leggi tutto “Vita Indipendente: la dignità negata dalla Regione Toscana”

RSA tutta privata a Torregalli: ci si è già dimenticati della pandemia?

“Cari concittadine e concittadini, anche oggi un altro pezzetto di territorio è andato via a poco prezzo…

Per carità la proprietà è tutelata dalla legge, ma la Costituzione – ricordano i consiglieri comunali di Sinistra Progetto Comune in consiglio comunale Dmitrij Palagi e Antonella Bundu ed il consigliere di Sinistra Progetto Comune al Quartiere 4 Filippo Zolesi – precisa delle finalità sociali dell’impresa. E via così con altri diritti, a cominciare dalla salute per tutti. Sarà forse roba vecchia e superata? Eppure anche Enrico Rossi ha stigmatizzato le responsabilità e le inefficienze delle aziende sociosanitarie private durante il periodo emergenziale della pandemia in Italia. Altro che diritto alla salute, infatti, soprattutto in certe Regioni. Abbiamo sentito dell’auspicio di restituire al controllo pubblico la sanità e l’assistenza, oppure ci siamo sbagliati? Forse, come sostiene la Lega, il nostro approccio al problema è soltanto ideologico? perché privato è necessariamente sempre più efficiente, smart e via così?…

Eppure eravamo stati molto ragionevoli, concreti e poco o nulla ideologici, molto concreti sui bisogni degli anziani… ispirandoci anche ai rilievi che aveva mosso il Consiglio di Quartiere 4, che pure ha una maggioranza e un presidente del PD! Ebbene sì, proprio del Quartiere 4. Leggi tutto “RSA tutta privata a Torregalli: ci si è già dimenticati della pandemia?”

Erano eroi ed eroine nella lotta al Covid-19, ora sono in cassa integrazione

Dettaglio da foto di Steve Watkins da flickr.com

Questo l’intervento di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Sinistra Progetto Comune

“Questa Giunta e Villa Donatello hanno un passato recente che abbiamo già denunciato. Il tema dei rapporti tra socio-sanitario pubblico e privato ritorna costantemente, anche ora che la cosiddetta fase 1 dell’emergenza Covid-19 sembra essere alle spalle.

Presso l’ASP Montedomini era stato istituito un reparto da 34 posti letto per questa pandemia. Ci ha lavorato personale ASL e quello del consorzio KCS caregiver Cooperativa sociale. Quest’ultimo non solo è penalizzato perché non può accedere agli incentivi previsti dalla Regione Toscana (che valgono solo per chi lavora nel servizio pubblico), ma oggi si trova in ferie o in cassa integrazione. Erano eroi ed eroine, si applaudivano dalle terrazze e ora, passato il momento di estremo bisogno, vengono dimenticati. Questo stride fortemente con i comunicati stampa di grande soddisfazione che vengono rilasciati. I risultati e i servizi sulle spalle di una classe lavoratrice velocemente dimenticata o messa da parte. Leggi tutto “Erano eroi ed eroine nella lotta al Covid-19, ora sono in cassa integrazione”

RSA: gli errori del passato, le scelte per il futuro

“Sinistra Progetto Comune ha depositato oggi due mozioni sulla necessità di un nuovo modello di assistenza socio-sanitaria alla popolazione anziana e alle persone non autosufficienti. Gli atti nascono da un confronto con altre forze della sinistra a livello provinciale”


“Delle Rsa e della loro utenza ci siamo accorti solo quando il virus le aveva già colpite duramente, facendo tornare a galla una nociva gestione della vita anziana già esistente prima del Covid-19.

C’è bisogno di investire non soltanto nel miglioramento delle case di riposo, ma anche e soprattutto in una gestione diversificata e più territoriale della vecchiaia, consapevole e comunitaria, interconnessa con la vita delle città.

Quando gli anziani hanno iniziato a morire nelle RSA lombarde e ad ammalarsi nelle RSA Toscane, ci siamo improvvisamente ricordati di un luogo abitato da persone anziane. Un luogo sconosciuto ai più, se non occasionalmente per la ribalta assunta da terribili episodi di cronaca nera. Leggi tutto “RSA: gli errori del passato, le scelte per il futuro”

RSA e sociosanitario: un sistema da ripensare

Immagine da pexels.com

“Che dalle esperienze negative si esca con un salto in avanti è segno di capacità di lettura critica e di volontà di aggredire la realtà piuttosto che subirla, un processo positivo quindi che si potrebbe mettere in campo anche dopo questa drammatica esperienza della pandemia. Le proposte che leggiamo sulla stampa di rendere stabili le forme organizzative nate con urgenza per affrontare il virus, il GIROT e le Usca, originate dalla necessità di collegare operativamente ospedale e territorio, dopo che la frattura fra i due segmenti della sanità è stata resa così pesante, sembra assai interessante. Certo – proseguono Dmitrij Palagi e Antonella Bundu di Sinistra Progetto Comune con Anna Nocentini di Rifondazione Comunista Firenze – mancano ancora da definire molti punti operativi e che ne definiscano a pieno le caratteristiche, oltre alla garanzia che non accada come per le Case della Salute, che hanno visto solo il cambiamento della targa esterna. Leggi tutto “RSA e sociosanitario: un sistema da ripensare”