La filosofia del trolley (temporaneamente abbandonato)

Foto di Flavio~ da www.flickr.com

Articolo pubblicato su il Becco, l’originale cliccando qui.


La filosofia del trolley. Indagine sull’overtourism a Firenze è il titolo di un libro uscito nella seconda metà del 2019, a firma Grazia Galli e Massimo Lensi. Se ne è parlato molto, non solo in Toscana. Molte recensioni sono state scritte, tra cui quella di Chiara Del Corona su Il Becco. Rischia quindi essere superfluo tornare a consigliarne la lettura? Non credo. Proprio per il contesto legato all’emergenza Covid-19.

Ingenuo e letale sarebbe credere che sia un testo già superato, solo per il blocco degli spostamenti e del turismo globale in cui siamo immersi. Fortunatamente alcune copie del volume restano infatti esposte nella vetrina della libreria di zona anche in questi giorni.

Ecco quindi qualche considerazione sul perché leggere la filosofia del trolley anche in un periodo dove rimbalzano sui social le immagini del capoluogo toscano svuotato nelle sue piazze più note. Leggi tutto “La filosofia del trolley (temporaneamente abbandonato)”

Essere vivi e basta. Cronache dal limite di Edoardo Boncinelli

Immagine da pxhere.com

Articolo pubblicato su il Becco, originale qui.


Gianfranco Ravasi è cardinale di grande cultura, che abitualmente firma articoli sulla Domenica del Sole 24 Ore. Scrivendo della morte e delle domande sulla vita, il 12 aprile, ha citato l’ultimo libro del «grande genetista non credente» Edoardo Boncinelli, evocandone i contenuti ma discostandosene rapidamente, anche come forma di rispetto verso una figura distante dalle religioni.

Con curiosità ho avvicinato quindi Essere vivi e basta. Cronache dal limite, pubblicato nel febbraio 2020, alla vigilia della piena emergenza Covid-19.

Il testo merita di essere letto, soprattutto in questo momento storico. È una preziosa testimonianza diretta di una persona che si fa sempre più prigioniera del proprio corpo, colpita dalla malattia e consapevole di andare incontro alla fine della propria esistenza. C’è una tensione forte, soprattutto nella prima parte, a cui non si può restare indifferenti. Leggi tutto “Essere vivi e basta. Cronache dal limite di Edoardo Boncinelli”

Minima Politica: sei lezioni di Gianfranco Pasquino

Recensione pubblicata su il Becco, qui.

Minima Politica è il titolo delle sei lezioni di democrazia che Gianfranco Pasquino ha pubblicato a fine 2019, con UTET. Nell’ambito degli studi accademici l’autore rappresenta un punto di riferimento autorevole e ormai storico; dal testo emerge anche l’esperienza di Senatore della Repubblica.

Il volume si sviluppa attorno a sei termini, oggetto frequente del dibattito contemporaneo nazionale. Con uno stile chiaro, da cui traspare forse eccessiva sicurezza delle proprie opinioni, vengono sviluppate riflessioni fortemente collegate al contesto del XXI secolo, necessarie mentre stiamo attraversando l’emergenza Covid-19.

La crisi economica globale iniziata nel 2008, secondo Pasquino, avrebbe ricordato l’importanza delle sfide politiche a società illuse di essere giunte alla fine della storia. In realtà questa considerazione meriterebbe di essere discussa, soprattutto se collegata alla posizione dell’autore riferita all’Unione Europea, che non registrerebbe un problema di democrazia. Comunque si voglia valutare quel passaggio, è indubitabile che la pandemia del 2020 ha fortemente rimesso al centro le decisioni dei governi, a partire da quelle legate alla tutela della salute pubblica. Leggi tutto “Minima Politica: sei lezioni di Gianfranco Pasquino”

Io sono il potere, afferma un anonimo Capo di Gabinetto

Immagine di Lalupa, da wikipedia.org

Articolo pubblicato su il Becco qui.


Ti ricordi quella volta in cui suonarono l’inno della Slovenia anziché quello slovacco, all’Altare della Patria, con il capo del cerimoniale che fece finta fosse una marcia al campo?

E di quanto un Ministro dell’Ambiente (Alfonso Pecoraro Scanio) decise di salvare dall’abbattimento i cavalli e un mulo dell’Esercito, creando una notevole serie di difficoltà burocratiche?

Sono alcuni degli aneddoti contenuti in Io sono il potere. Confessioni di un capo di gabinetto. La fonte è anonima, mentre le testimonianze e le riflessioni sono raccolte da Giuseppe Salvaggiulo.

Uscito nelle librerie italiane il 5 marzo del 2020, a ridosso della loro chiusura a causa del COVID-19, ha lo scopo di scandalizzare il lettore sul funzionamento dello Stato nazionale a Roma. Leggi tutto “Io sono il potere, afferma un anonimo Capo di Gabinetto”

Fake di Salmon: a che serve una politica senza credibilità?

Recensione pubblicata su Il Becco (originale qui).


Christian Salmon è autore divenuto noto per i suoi libri sullo storytelling, un sistema di narrazione che avrebbe sostituito la politica occidentale nel momento in cui questa ha perso il suo potere di incidere sulla realtà. Fake. Come la politica mondiale ha divorato sé stessa viene presentato come il seguito di quella riflessione. Il titolo originale in francese è L’Ere du clash e clash è il termine non tradotto con cui si ritiene chiusa la spirale di svuotamento delle forme di sovranità conosciute nel corso del Novecento.

Trump è il miglior esempio di un sistema di governo basato sulla frammentarietà di dichiarazioni che provocano sentimenti estremi e contrastanti. Il seguito forse inevitabile del racconto di Obama, che non a caso sarebbe passato a lavorare per conto di Netflix. L’autore guarda su entrambe le sponde dell’Atlantico. Ricorda anche di essere stato citato da Matteo Renzi, quando Feltrinelli scelse di pubblicizzare “le scelte [di lettura] del premier”. Leggi tutto “Fake di Salmon: a che serve una politica senza credibilità?”

Gleba (Tersite Rossi)


Qui sotto la recensione del libro pubblicata per la rivista Il Becco (originale qui).


Cos’è la gleba? Domanda sbagliata.

Chi è gleba? La maggioranza delle persone, schiacciata verso il basso dalla polarizzazione della società contemporanea, costretta a studiare per poter rimanere sul mercato e a elemosinare qualsiasi condizione di lavoro se non conquista un piccolo scoglio nell’oceano di sfruttamento. La competizione del tutti contro tutti è già intorno a noi, i Tersite Rossi descrivono un presente distopico da non immaginare distante nel futuro. Il loro quarto romanzo, Gleba, appunto, segue I Signori della Cenere (recensito qui), riprendendo la denuncia dei mali della nostra società in forma narrativa. Leggi tutto “Gleba (Tersite Rossi)”