Zaki e Regeni: finisce luglio, senza risposte da Sindaco e Giunta?

“Quando la sera passeggiate per Firenze, quando pensate che potete scegliere dove andare, anche se vi facesse un po’ fatica tenere su la mascherina quando incontrate gente, pensate a Patrick e agli altri e alle altre come lui, la cui unica colpa è “avere pensato e avere esternato il proprio pensiero”.

E quando arrivate in Piazza della Signoria – continuano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Antonella Bundu e Dmitrij Palagi – e vedete lo spettacolo della civiltà e della cultura davanti a vostri occhi, quell’eredità fantastica che la Storia ci ha lasciato, domandatevi anche perché non ne siamo all’altezza, perché sul palazzo del potere comunale non c’è un solo vessillo, non c’è un solo striscione, non c’è un solo stendardo che rivendichi la nostra civiltà del diritto, che chieda con forza, con orgoglio e con coraggio Libertà per Patrick e Verità per Giulio!
Già, caro Sindaco, che hai certo altri impegni più importanti di una battaglia di civiltà per i diritti civili, perché a Firenze – concludono Bundu e Palagi – non abbiamo questo coraggio, mentre in altre città lo hanno?

E per ricordare chi non può scegliere: amnesty.it/prigionieri-dimenticati-covid-19/